“Facce... di vite” Gli scatti di Vettorato raccontano il vino

LA MOSTRA. Si apre oggi a Castelfranco. Cinquanta ritratti (tra cui alcuni vicentini) del fotografo trevigiano
Angiolino Maule al lavoro nella sua Cantina di Sorio di Gambellara|
 Arianna Tessari e Massimo Dal Lago: “Masari” di Valdagno|
 I Rezzadore (con cane) nella loro azienda a Lonigo|
 Il fotografo Renato Vettorato
Angiolino Maule al lavoro nella sua Cantina di Sorio di Gambellara| Arianna Tessari e Massimo Dal Lago: “Masari” di Valdagno| I Rezzadore (con cane) nella loro azienda a Lonigo| Il fotografo Renato Vettorato

Dopo il successo di due anni fa con “Facce da chef”, al Teatro Accademico di Castelfranco Veneto si inaugura oggi (e resta aperta sino al 20 febbraio) la mostra di fotografie di Renato Vettorato “Facce di... vite”. Si tratta di cinquanta fotografie di produttori vinicoli del Nordest scattate da quello che Giancarlo Saran, assessore alla Cultura del Comune, che ha organizzato la mostra, ha ribattezzato come “enopaparazzo”. A maggio la mostra si trasferirà al ristorante “Perché” di Roncade,
Tra i 50 ritratti ci sono anche alcuni vicentini: Angiolino Maule di Gambellara, Firmino Miotti e la figlia Franca di Breganze, i Rezzadore di Lonigo, Arianna Tessari e il marito Massimo Dal Lago (Masari) di Valdagno, Vittorio “Gianni” Capovilla di Rosà.