CHIUDI
CHIUDI

15.02.2019

Violenza sulle donne
La piazza dice "basta"

VICENZA. Una crociata di piazza per dire "no", una volta in più, alla violenza sulle donne. Dopo il successo dello scorso anno torna in città il flash mob "One billion rising", promosso dal team del Jazzercise Vicenza Nord Fitness center e in programma sabato 16 febbraio alle 17 in piazza dei Signori.

Un evento mondiale di grande impatto che punta, attraverso le coreografie costruite sulle note del brano internazionale "Break the chain", a porre l'attenzione sulla questione femminile: i temi sui quali l'iniziativa vuole puntare i fari sono quelli dei femminicidi, sempre più frequenti, fino agli abusi di ogni genere perpetrati a tutte le latitudini del mondo, passando per le piccole e grandi discriminazioni quotidiane che la società e la politica continuano ad operare.

 

Ideata nel 2012 dall'attivista per i diritti delle donne Eve Ensler (autrice dei "Monologhi della vagina"), "One billion rising" si prepara dunque anche quest'anno a far ballare e riflettere donne e uomini che si incontreranno alle 17 in piazza dei Signori. A quell'ora i rappresentanti dell'amministrazione comunale, che anche nella passata edizione aveva assicurato il patrocinio, e i ragazzi delle scuole coinvolti nell'iniziativa cominceranno a danzare portando ognuno un capo d'abbigliamento, un fazzoletto o un oggetto rosso, colore simbolo della violenza di genere.

 

A collaborare all'evento saranno gli istituti jazzercise di Cittadella, Rosà e Tezze sul Brenta, i quali accompagneranno i partecipanti durante l'esecuzione dei passi. L'intera coreografia sarà inoltre insegnata, a chi volesse prendere parte al progetto, già nelle settimane precedenti al flash mob nella sede dell'associazione "Vicenza Nord" in via Saviabona 106 a Monticello Conte Otto. Lo scorso anno alla mobilitazione in città si erano presentate 150 persone, mentre "One billion rising" era andata in scena in 100 città italiane e in ben 207 nazioni nel mondo.

Giulia Armeni
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1