CHIUDI
CHIUDI

10.01.2019

Tribunale dichiara
l'insolvenza di BpVi
Buco di 3,5 miliardi

L'ex sede della BpVi
L'ex sede della BpVi

VICENZA. Il tribunale fallimentare di Vicenza ha dichiarato lo stato di insolvenza della Popolare di Vicenza: al 25 giugno 2017, data di avvio della liquidazione, lo squilibrio dei conti era pari a 3,5 miliardi di euro secondo le stime del perito dei giudici. La decisione apre la strada, secondo quanto riportato dai giornali locali, all’accusa da parte della Procura nei confronti degli ex manager anche di bancarotta fraudolenta. L’ipotesi è che l’insolvenza consenta ora di aprire un secondo filone parallelo di indagine rispetto al principale, per il quale gli ex vertici, compreso l’ex presidente Gianni Zonin, sono già a processo per aggiotaggio, ostacolo alla vigilanza e falso in prospetto informativo. La difesa di Zonin ha già fatto sapere che ricorrerà in appello contro la sentenza del tribunale
fallimentare.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1