CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

07.09.2018

Tassa sul prato
per le giostre
a Campo Marzo

I giostrai versano un contributo per il ripristino del manto erboso
I giostrai versano un contributo per il ripristino del manto erboso

VICENZA. Una strana tassa sull’erba. Parlando di Campo Marzo potrebbero nascere molti dubbi e numerose battute. Si tratta, però, di una gabella alquanto particolare che ogni anno i proprietari delle giostre che partecipano al luna park devono versare al Comune. La definizione precisa è “ripristino del manto erboso”.

Niente di sconvolgente, fin qui, dato che si parla di mezzi pesanti a spasso in un parco. Peccato, però, che mentre gli operatori versano costantemente dai 100 ai 500 euro a palazzo Trissino per ogni edizione della Festa dei Oto, dall’altra parte il Comune non proceda con la sistemazione del prato da sei anni. 

 

Sì, era il 2012. Secondo quanto riportato nel “regolamento che disciplina l’utilizzo di Campo Marzo da parte degli attrazionisti viaggianti” ogni operatore oltre a pagare la Cosap (canone di occupazione di spazi e aree pubbliche) e a depositare una cauzione di 1.500 euro «deve versare 10 centesimi al metro quadro al giorno per il ripristino del manto erboso, fermo restando un importo minimo di 100 euro». Per comodità quel contributo è stato aggiornato in 160, 320 e 500 euro a seconda che si tratti di una piccola, media o grande attrazione.

 

Un’imposta più che giusta, si dirà, considerato che ogni anno il parco viene attraversato dai mezzi pesanti che rischiano di rovinare il prato ed è necessario intervenire. Peccato, però, che l’ultimo ripristino effettuato dal Comune risalga al 2012. Ciò significa che negli ultimi sei anni palazzo Trissino ha sì incassato le somme (almeno 10 mila euro all’anno per tre settimane) ma non ha mai provveduto a sistemare il manto. 

 

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1