CHIUDI
CHIUDI

20.01.2019

Targhe estere
Arriva la "stretta"
3 multe al giorno

Un controllo della polizia stradale
Un controllo della polizia stradale

VICENZA. Centralini e sportelli presi d’assalto. Super lavoro negli uffici della Motorizzazione civile dopo l’approvazione del decreto sicurezza. Il motivo? Nel provvedimento bandiera del ministro dell’Interno Matteo Salvini c’è una nuova norma che interessa le targhe estere cui è vietata la circolazione sul territorio italiano se il proprietario è residente da più di 60 giorni in Italia, pena una multa che va dai 712 ai 2.848 euro, con tanto di fermo amministrativo del mezzo. Una stretta che si rivolge a quanti circolano su auto "estero-vestite" per evitare di incorrere in sanzioni o controlli fiscali, per non pagare il bollo o l’assicurazione in Italia. Di qui la corsa alla regolarizzazione, con 30 richieste al giorno che, soprattutto nelle prime settimane dall’applicazione della norma, hanno messo in affanno la macchina organizzativa di strada Caperse. Intanto nel 2018 i verbali staccati dalla polizia stradale a questa tipologia di veicoli sono aumentati del 20 per cento rispetto al 2017: 1.208 le multe, per un totale di 1.662 infrazioni, contro le 991 dell’anno precedente, con complessive 1.407 infrazioni.  

Laura Pilastro
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1