CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

20.04.2017

Scippata
da malvivente
in Apecar

Il delinquente che ha scippato una donna in contra’ San Marcello guidava un apecar. ARCHIVIO
Il delinquente che ha scippato una donna in contra’ San Marcello guidava un apecar. ARCHIVIO

VICENZA. È stata scippata da un bandito che guidava un Apecar. Lei, vicentina di 58 anni, residente in città, è caduta per terra quando l’uomo le ha strappato la borsa dalle mani con un gesto fulmineo, ma è riuscita comunque ad annotarsi alcuni numeri della targa consentendo ai poliziotti di rintracciare il veicolo e di denunciare il balordo. Dopodiché la malcapitata è stata soccorsa da un’ambulanza, che l’ha portata all’ospedale San Bortolo dove i medici le hanno medicato alcune escoriazioni alle ginocchia.

l movimentato episodio è accaduto attorno alle 18.30 di martedì in contra’ San Marcello. Secondo quanto è stato possibile ricostruire, la donna stava camminando sul marciapiede in direzione di piazzale del Mutilato quando il mezzo a tre ruote le si è avvicinato alle spalle. Il conducente, di 46 anni, pure lui residente in città, tossicodipendente e già noto alle forze dell’ordine per avere avuto qualche guaio con la legge, ha allungato un braccio fuori dal finestrino per afferrare il manico della borsa. Lei, però, ha cercato di resistere a quel brusco strattone ma è finita per terra e qualche istante dopo è stata costretta a mollare la presa. Nonostante lo choc e la rovinosa caduta, la vittima ha comunque avuto la prontezza di memorizzare una parte della targa. Ha poi afferrato il cellulare che teneva in una delle tasche del giubbotto e ha digitato sulla tastiera il 113 per lanciare l’allarme. Ricevuta la segnalazione, la centrale operativa della questura ha immediatamente dirottato in zona la volante più vicina. I poliziotti hanno poi rintracciato l’Apecar vicino all’ex caffè Moresco a Campo Marzo e bloccato il furfante. Quest'ultimo ha ammesso le proprie responsabilità e indicato agli agenti dove poter recuperare la borsa. 
 

Valentino Gonzato
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1