CHIUDI
CHIUDI

13.01.2019

Muore a 38 anni
dopo una malattia
Lascia due figli

Pasqualina “Lina” Radunanza è morta al "San Bortolo"
Pasqualina “Lina” Radunanza è morta al "San Bortolo"

VICENZA. Ha combattuto. Lo ha fatto per quattro anni, come una leonessa. Con grinta e senza mai indietreggiare di fronte al male che stava inesorabilmente avanzando. Una lotta che si rinnovava ogni giorno, con la stessa forza, ma sempre con il sorriso sulle labbra e avendo sempre davanti un unico obiettivo: non lasciare sole le persone che amava: suo marito e i suoi due figli adolescenti.
Pasqualina “Lina” Radunanza, 38 anni, però non ce l’ha fatta. Alla fine si è dovuta arrendere a quel cancro che l’aveva colpita quattro anni fa senza lasciarle scampo. Nonostante le cure. Nonostante l’amore della sua famiglia che le è sempre stata accanto. 

 

«Ha combattuto sino all’ultimo giorno, sino alla fine - ricorda il marito, Daniele Giaquinto, con cui Lina era sposata da vent’anni -. È sempre stata una persona speciale. Abbiamo passato la nostra vita insieme. Ci siamo conosciuti quando lei aveva 16 anni e io 18 e non ci lasciamo lasciati più. Grazie a lei, soprattutto, al suo carattere alla sua bellezza, questi anni sono passati, nonostante le difficoltà, in un soffio».

 

Daniele ha lasciato il ricordo della moglie anche nel suo profilo Facebook. Parole piene di amore e gratitudine verso la mamma dei suoi figli: la Elena, 16 anni e Mattia, 13.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1