CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

02.12.2018

Movida turbolenta
Spray urticante,
furti e polemiche

La zona in cui è avvenuto il parapiglia. ARCHIVIO
La zona in cui è avvenuto il parapiglia. ARCHIVIO

VICENZA. Dalla piazza ai social, per arrivare poi ai palazzi. E coinvolgere in prima persona il sindaco Francesco Rucco e il questore Giuseppe Petronzi. È una vicenda destinata a far discutere (e ad avere qualche strascico) quella accaduta venerdì sera tra contra' Pescherie Vecchie e piazza Poste e denunciata in un post su Facebook dal consigliere comunale della Lega Jacopo Maltauro.

 

«Un ragazzo che si trovava dentro il bar Jeko a passare una serata in compagnia è stato derubato del suo telefono da un noto gruppo di ragazzotti di colore che solo la settimana prima l’avevano sottratto anche alla stessa barista - scrive Maltauro -. Una volta rubato i ragazzotti sono usciti dal locale e hanno scaraventato una sedia addosso ad una giovane ragazza lì seduta con gli amici». «Arrivata la polizia nel luogo circondato da testimoni indignati di fronte a quanto accaduto - prosegue nel suo racconto il consigliere della Lega - i poliziotti, dopo aver lasciato scappare i ragazzotti di colore con il cellulare rubato, hanno deciso di portare via a forza per “ubriachezza molesta” il diciannovenne vicentino che si ritrovava disperato dal furto del telefono e, nello spingerlo a forza in macchina, hanno applicato spray al peperoncino ai ragazzi che increduli chiedevano spiegazioni. Il fatto si è infine concluso con una contravvenzione di 100 euro al ragazzo trattenuto in questura fino a tarda nottata, alcuni ragazzi feriti dallo spray, una giovane ragazza stordita dalla sedia colpita e i ragazzotti artefici del furto e dell’aggressione liberi e coperti dai poliziotti». «Anche a me han dato la stessa versione dei fatti. Molto grave se vero», ha commentato il presidente del consiglio comunale, Valerio Sorrentino.  

 

Della vicenda è stato informato anche il sindaco Rucco, che ha già chiamato il 19enne vittima del furto e nelle prossime ore si confronterà con il questore, anche per trovare soluzioni alle problematiche della zona, uno dei centri della movida vicentina. Dalla questura confermano l’episodio, che però risulta essersi svolto in maniera diversa e sono attualmente in corso degli approfondimenti sia sul piano penale sia sul piano amministrativo in relazione ad eventuali provvedimenti del questore. 

Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1