CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

08.10.2017

Il papà di Indiana Jones
per il murales dell’asilo

La presentazione del progetto con il sindaco e Mambo.  FOTO MASSIGNAN
La presentazione del progetto con il sindaco e Mambo. FOTO MASSIGNAN

Chissà se il celebre regista e sceneggiatore americano George Lucas farà mai un giro a Monteviale. Di certo il sindaco Elisa Santucci lo ha ufficialmente invitato. Per ammirare il murales, in fase di realizzazione alla scuola materna, dedicato all'esploratore e archeologo padovano Giovanni Battista Belzoni che sembra gli abbia ispirato la figura dell'avventuriero egittologo Indiana Jones. «George Lucas dovrebbe essere in Italia per alcune scene di un film - spiega Santucci - se vuole ammirare il murales dedicato all'archeologo che lo ha ispirato lo aspettiamo». Monteviale è stato infatti selezionato, unico comune del Vicentino insieme ad altri cinque nel Veneto, per ospitare un murales della seconda edizione del progetto "Pax Tibi", festival di Urban Art promosso dall'Associazione 1866 e patrocinato dalla Regione per celebrare la ricorrenza del 150° dell'annessione del Veneto all'Italia. All'insegna dello slogan “Portiamo la storia veneta sui muri”. A Monteviale è stata l'occasione per riqualificare la parete della materna e l’opera sarà realizzata dall'artista bolognese Elvis Pregnolato, in arte Mambo e raffigura il celebre archeologo padovano Giovanni Battista Belzoni, personaggio alternativo, avventuriero, autore di scoperte importanti. È stato lo stesso Mambo a scegliere di rappresentare l'archeologo. «Non è noto a molti - spiega - e per i miei trascorsi di studi, Belzoni è una sorta di eroe dimenticato. Un avventuriero, un ricercatore spinto dall'emozione per la scoperta». Lo rappresenterà, quindi, in un murales alto 10 metri e largo 8: l'opera, realizzata con bombolette spray, raffigura la facciata del tempio di Abu Simbel con Giovanni Battista Bolzoni in primo piano. «Abbiamo creduto da subito al progetto - prosegue Santucci - una bella iniziativa culturale, artistica e sociale». «Vogliamo tirare fuori i personaggi della storia veneta dai libri - precisa Ilaria Brunelli dell'associazione 1866 - e farli conoscere a tutti grazie alla writing art».

Il Comune ha organizzato anche due serate, l’11 ed il 13 ottobre al centro diurno alle 20.30 sulla figura di Giovanni Belzoni. L.N.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1