Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
mercoledì, 14 novembre 2018

Fermata l’auto rubata con attrezzi da scasso

Il materiale trovato nel furgone dagli agenti della polizia locale. ARMENI (BATCH)

Giulia Armeni Ultimi furti dell’anno sventati a Monteviale grazie all’intervento della polizia locale dell’Unione, che il 30 dicembre ha bloccato un mezzo rubato sequestrando arnesi da scasso e passamontagna. Fuggiti invece, nonostante l’inseguimento prima in auto, poi a piedi, i due individui che si trovavano a bordo, dileguatisi in una zona boschiva. Gli agenti dell’Unione di Caldogno, Isola Vicentina e Costabissara, in servizio a Monteviale lo scorso sabato, transitando intorno alle 17.40 lungo via Biron hanno intercettato un veicolo sospetto, una Citroen Berlingo risultata, dai controlli con le banche dati, rubata. L’autocarro, come riportato dalla denuncia raccolta una settimana prima dai carabinieri di Montecchio Maggiore, era stato sottratto al legittimo proprietario in via Donestra a Monteviale, presumibilmente portato via dagli stessi uomini in cui, sabato, si sono imbattuti i vigili. Appurata l’origine del veicolo la pattuglia, dopo aver richiesto al comando di via Diviglio a Caldogno l’invio di una seconda vettura, ha cominciato a seguirlo, nel tentativo di fermarlo. L’uomo al volante però, accortosi della presenza delle forze dell’ordine, ha improvvisamente svoltato a sinistra, imboccando via Callecurta, una strada chiusa che conduce ai magazzini comunali. Proprio in prossimità di questi e nonostante i vigili fossero ormai a pochi passi da loro, i due sono balzati giù dal furgoncino e, scavalcata la recinzione dei magazzini, sono scappati nell’oscurità, approfittando della fitta vegetazione sul retro della struttura per darsi alla macchia. Le ricerche sono proseguite, a piedi e con le pattuglie, in tutta l’area circostante, ma la coppia è riuscita a far perdere ogni traccia. A bordo del veicolo, recuperato e già riconsegnato al proprietario, sono stati rinvenuti i “ferri del mestiere”: berretti, passamontagna, borselli e, soprattutto, un piccone, pronti probabilmente per essere impiegati in qualche colpo in abitazione da mettere a segno nei giorni di festa. • © RIPRODUZIONE RISERVATA