Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
sabato, 26 maggio 2018

Moglie sopporta
10 anni di abusi
«Per la famiglia»

Una mamma con il figlioletto per mano. ARCHIVIO

VICENZA. È iniziato il processo ad un operaio kosovaro di 47 anni, accusato di maltrattamenti in famiglia, lesioni aggravate e violenza sessuale. Per dieci anni, avrebbe costretto la moglie, di 37, a vivere un inferno fra le pareti domestiche. Lei fra il 2004 e il 2014 avrebbe subito minacce, insulti, botte e violenze sessuali, ma non si sarebbe mai rivolta né in ospedale né dai carabinieri fino al febbraio di tre anni fa, quando lui le aveva procurato lesioni guarite in tre settimane. «L’ho fatto per tenere unita la famiglia, sperando che lui cambiasse atteggiamento. Non è mai successo», si è giustificata la presunta vittima con gli inquirenti.