CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

24.04.2018

Il calcio degli amputati diventa lezione di vita

Una bella giornata di sport e amicizia allo stadio Martinelli, con il torneo quadrangolare di calcio organizzato dalla Pro loco in collaborazione on l’istituto comprensivo “Bizio”, che ha visto coinvolte le squadre A e B della Nazionale di calcio amputati, la Asd Veneto for Disable e una selezione di ragazzi dell’istituto comprensivo. «Un evento importante per dimostrare anche ai ragazzi delle scuole che nonostante i limiti di ognuno si possono sempre fare grandi cose – ha commentato il capitano della Nazionale amputati Francesco Messori -. A Longare siamo sempre bene accolti e con le scuole abbiamo già avuto degli incontri sempre belli e positivi». Sono tre anni, infatti che Longare e Castegnero sono un punto di riferimento per la Nazionale amputati che qui ha sempre un grande sostegno delle società sportive e delle amministrazioni comunali, Uno dei motivi, il fatto che qui risiede una delle colonne della Nazionale, Emanuele Padoan, l’atleta di casa. «È stata una giornata positiva soprattutto per le scuole, per i ragazzi che hanno giocato, visto e osservano cos’è questa nuova realtà della Nazionale amputati. Noi siamo qui da lunedì 16 aprile per allenarci, stiamo facendo il percorso di preparazione per i nostri mondiali che si terranno in Messico dal 22 ottobre al 5 novembre prossimi». Che si sia trattato di una bella mattinata di sport e amicizia lo ha sottolineato anche l’allenatore Renzo Vergnani Renzo. «Una esperienza splendida con le scuole - ha commentato -. Sono cose che istituzionalmente dobbiamo fare per dimostrare che qui si tratta di diversità più che di disabilità. Sul piano tecnico è stata una settimana importante per preparare i mondiali di ottobre. Abbiamo modo di provare varie formazioni e fare vari test con i ragazzi. Oggi è stata una bella festa con i ragazzi sugli spalti che si sono divertiti e per noi è sempre una enorme gioia essere seguiti da così tanti ragazzi». Il torneo, come ha spiegato la vicepreside Anna Rita Paolini, rientrava nel programma scolastico della settimana dello sport e nella Giornata dell’inclusione dello sport con il calcio paralimpico. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Albano Mazzaretto
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1