CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

16.05.2017

48enne trovato
morto in cucina
dalla sorella

A Longare domenica sono intervenuti l’ambulanza del Suem e i carabinieri della stazione
A Longare domenica sono intervenuti l’ambulanza del Suem e i carabinieri della stazione

LONGARE. Lo hanno trovato in cucina, appoggiato sul tavolino. Pareva dormisse: era morto, e vani sono stati i disperati soccorsi dei sanitari del Suem.

La tragedia è stata scoperta domenica sera, all’interno dell’appartamento dove viveva da solo: Luca Negrello, 48 anni, sarebbe stato stroncato da un malore improvviso, che non gli ha dato nemmeno il tempo di chiedere aiuto. La procura, con il pubblico ministero Francesca Sorvillo, ha aperto un’inchiesta sul dramma ed ha deciso di ordinare l’autopsia, che verrà eseguita nei prossimi giorni per fare luce sulle cause del decesso. Fra le ipotesi al vaglio degli inquirenti, anche quella che la vittima abbia fatto uso di sostanze. Va in questa direzione quanto ritrovato e sequestrato dai carabinieri all’interno dell’abitazione di Negrello.

In base a quanto è stato finora ricostruito, Negrello era uscito di casa nella giornata di domenica. I parenti lo avevano sentito rientrare, ma poi non avevano udito più alcun rumore. La sorella, preoccupata, era salita di sopra ed aveva trovato la porta accostata, ma chiusa da un chiavistello. Lo aveva chiamato al cellulare, ma Luca non aveva risposto; nessun cenno neanche dopo aver suonato al campanello. Per questo i parenti avevano forzato l’infisso, trovato il congiunto appoggiato sul tavolo, in cucina. Hanno compreso subito che la situazione era molto grave ed hanno dato l’allarme al 118, ma la corsa dell’ambulanza purtroppo non è servita. Il cuore di Luca aveva già cessato di battere.

La notizia della morte di Luca ha suscitato dolore in paese, dove la vittima era conosciuta come una persona riservata, ma disponibile a dare una mano alle persone in difficoltà.

 

D.N.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1