CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

15.02.2017

Il nuovo prefetto
«Mai viste proteste
contro i migranti»

Il nuovo prefetto Umberto Guidato, 63 anni, si è insediato nella giornata di lunedì
Il nuovo prefetto Umberto Guidato, 63 anni, si è insediato nella giornata di lunedì

VICENZA. Ha mai incontrato qualche sindaco che le ha chiuso le porte in faccia all’accoglienza di migranti? «No, mai». E nemmeno qualche protesta da parte dei cittadini? «Nessuna. Non ne ho mai vista una». Allora benvenuto a Vicenza, verrebbe da dire al nuovo prefetto Umberto Guidato, che si è insediato da poco meno di 48 ore in contra’ Gazzolle ed è già chiamato ad affrontare una nuova polemica anti-migranti scoppiata a Recoaro.

Guidato si è detto «felice di essere a Vicenza, arrivare in Veneto per la prima volta è una tappa importante della mia carriera». «Non voglio esprimere giudizi sulle priorità - ha aggiunto - visto che prima voglio conoscere il territorio. Ma sono conscio di essere in una provincia molto grande, con 870 mila abitanti e 121 comuni. Sarà nostro compito affrontare tutti i problemi che ci sono anche a livello nazionale e questo avverrà assieme ai sindaci, che conto di incontrare al più presto, anche per capire e conoscere meglio questo territorio». 

Il Prefetto arriva a Vicenza dopo aver ricoperto lo stesso in ruolo in regioni come Emilia Romagna, Sicilia, Puglia e Campania. «Porterò la mia esperienza - ha assicurato - auspico la massima collaborazione, oltre che con i sindaci e gli amministratori locali, anche con gli stessi cittadini». Guidato si è soffermato anche sul Daspo urbano, approvato alcuni giorni fa dal Governo. «Attendiamo di leggere il decreto - ha concluso - poi avremo modo di approfondirlo anche con le forze dell’ordine. Sicuramente si andrà nella direzione auspicata da tutti per migliorare le cose».

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1