CHIUDI
CHIUDI

15.01.2019

Frutta e verdura
Il gelo e la siccità
spingono i prezzi

Il gelo e la siccità stanno causando danni alle coltivazioni. ARCHIVIO
Il gelo e la siccità stanno causando danni alle coltivazioni. ARCHIVIO

VICENZA. I rincari sono all'orizzonte ed è solo questione di tempo perché i timori sfoghino sugli scaffali dei supermercati. Anzi, su alcuni prodotti, i rincari, seppur di pochi centesimi, ci sono già. Gli aumenti più incisivi sono previsti nelle prossime settimane, in particolare sugli ortaggi di stagione. Intendiamoci: la stagionalità, sotto il profilo della produzione, interessa prevalentemente il meridione del Paese, nel quale si concentrano le coltivazioni più importanti.

 

Il gelo che nelle scorse settimane ha compromesso i raccolti e che è la causa degli aumenti non ha interessato il nord. Ma questo non mette al riparo i consumatori dai rincari. «In questo caso non dipende dagli agricoltori ma la speranza è che non si verifichino speculazioni - argomenta Martino Cerantola, presidente di Coldiretti Vicenza -. Qui però c’è poco da essere allegri. Siamo preoccupati per l’assenza di nevicate in montagna e della pioggia in pianura. La mancanza d’acqua, sul lungo periodo, causerà problemi alle coltivazioni di cereali». 

 

Gli effetti si fanno sentire sul carrello della spesa con aumenti che nei mercati all’ingrosso variano fino al 20 per cento per le zucchine al 30 per cento per i carciofi, ma che riguardano anche cavolfiori, finocchi e lattughe.

 

FE.MU.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1