CHIUDI
CHIUDI

16.01.2019

Esplosione e rogo
Ancora sfollate
le cinque famiglie

VICENZA. Passeranno almeno un'altra notte fuori casa i 12 cittadini evacuati ieri sera dai propri appartamenti di una palazzina di corso Santi Felice e Fortunato al cui piano terra, dopo le 20, una deflagrazione ha distrutto un negozio di riparazioni di computer.  

 

Per tutta la giornata il vicesindaco di Vicenza Matteo Tosetto, che ieri sera si è recato personalmente sul posto dello scoppio, accertandosi dello stato di salute dei cittadini sfollati e firmando l'inevitabile ordinanza di sgombero, ha seguito l'evoluzione della vicenda nella speranza che per le cinque famiglie vi fosse già oggi il via libera al rientro a casa. «Purtroppo - dichiara Tosetto - non ci sono ancora le condizioni per garantire un rientro in piena sicurezza negli appartamenti. Se le verifiche statiche a cura dei tecnici comunali hanno escluso danni strutturali all'edificio, l'Aulss8 ha rilevato la necessità di procedere alla bonifica degli ambienti dai fumi e dai detriti, mentre i vigili del fuoco, che stanno determinando le cause dell'evento, hanno imposto la rimozione di un lucernario sulla sommità del vano scale, visibilmente crepato in seguito allo scoppio. Solo quando la proprietà avrà ottemperato a queste prescrizioni potremo revocare l'ordinanza di sgombero».

 

Le persone sfollate, tra cui tre anziani e una minorenne, passeranno quindi almeno un'altra notte da parenti e amici, compresa la signora che ieri sera - su iniziativa dei servizi sociali del Comune - è stata accolta in un albergo della città. 

Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1