Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
martedì, 13 novembre 2018

Lo scuolabus
lascia a terra
la materna

Bambini a bordo di uno scuolabus. FOTO ARCHIVIO

CREAZZO. Niente pulmino per i bambini dell’asilo paritario “Sant’Ulderico” di Creazzo, scoppia la polemica fra le famiglie e il Comune. Dal prossimo anno la storica scuola d’infanzia parrocchiale non potrà contare sul trasporto scolastico comunale come accaduto finora. Lo scuolabus, da settembre, infatti accompagnerà solamente gli alunni delle scuole primarie e delle medie.

«Il trasporto scolastico lo ha sempre effettuato il Comune con mezzi e personale proprio – afferma il sindaco, Stefano Giacomin –. Quest’anno c’è stato un cambiamento significativo perché i due autisti vanno in pensione e la normativa non permette nuove assunzioni. In più i due mezzi scolastici sono decisamente obsoleti e richiedono troppa manutenzione. Abbiamo quindi deciso di affidare il trasporto a una ditta esterna tramite un bando apposito.Per tentare di contenere il deficit abbiamo limitato l’utilizzo dello scuolabus alle scuole dell’obbligo quindi le elementari e le medie».

 

Pronta la replica dei genitori: «Non capiamo davvero il motivo per cui l’Amministrazione non sia disposta ad aiutarci dal momento che siamo pronti a pagare anche in più – dicono -. Certo abbiamo incontrato il sindaco Giacomin, spiegando le nostre ragioni e continueremo a chiedere che la scuola materna paritaria sia inserita nell’itinerario».