Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
martedì, 20 novembre 2018

Fa retromarcia
investe la moglie
e la uccide

Giovanni Zarantonello e la moglie Teodolinda Pellizzaro, deceduta

CREAZZO. Esce in retromarcia dal parcheggio e travolge e uccide la moglie. Una tragica fatalità è costata la vita, ieri nel tardo pomeriggio a Creazzo, a Teodolinda Pellizzaro di 79 anni, residente a Trissino con il marito Giovanni Zarantonello di 85 anni, giudice di pace in pensione.

I due coniugi, insieme con una nipote, da Trissino avevano deciso di andare nel paese creatino per acquistare dei capi di abbigliamento in un noto negozio che si trova in viale Italia, di fronte al distributore Agip. Dopo aver parcheggiato l’auto, una Honda Crv con cambio automatico, nonna e nipote erano entrate nel punto vendita mentre Zarantonello era rimasto in auto, al posto di guida, ad aspettarle.

Erano da poco passate le 18.30 quando le due donne sono uscite dal negozio e attendevano sul marciapiede. A quel punto il marito ha messo in moto la vettura e si è apprestato ad uscire dal posteggio. La dinamica di ciò che è accaduto è ancora in fase di accertamento da parte della polizia locale “Unione Terre del Retrone” ma stando ad una prima, e parziale ricostruzione, mentre l’ottantacinquenne stava retrocedendo per uscire dal parcheggio, avrebbe improvvisamente perso il controllo della Honda.