Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
martedì, 20 novembre 2018

Automobile plana sui trattori Danni e ferite lievi

La Golf guidata da un ragazzo di 27 anni che è finita nel parcheggio della ditta Bisson. FOTO ARMENIIl trattore su cui è planata la macchina ieri mattina attorno alle 9

Giulia Armeni È finita male ma fortunatamente senza gravi conseguenze per il conducente la corsa di una macchina uscita di strada nella notte tra sabato e domenica e schiantatasi contro uno dei trattori posteggiati nel piazzale esterno della “Sergio Bassan” di Motta di Costabissara. Un incidente spettacolare verificatosi presumibilmente intorno alle 2 di domenica ma che è stato notato solo verso le 9 di ieri mattina. A quell'ora una pattuglia della polizia locale dell'Unione dei Comuni si è accorta del veicolo abbandonato nel cortile della ditta di trattori e ha avviato gli accertamenti. La Golf bianca scontratasi contro uno dei macchinari agricoli in esposizione era infatti stata lasciata lì dal responsabile del fantasioso parcheggio, T.R, 27 enne di Zermeghedo. Il giovane, rintracciato ieri mattina dagli agenti del comando di via Diviglio, ha ammesso la fuoriuscita di strada autonoma raccontando di essersi poi allontanato facendosi accompagnare da alcuni amici. Il ragazzo avrebbe perso il controllo della vettura mentre percorreva la S.s Pasubio in direzione di Thiene: superando la rotatoria che precede la sede della “Bassan”, al civico 64, avrebbe toccato il cordolo e non sarebbe riuscito a rimanere in carreggiata saltando dapprima la pista ciclopedonale e il marciapiede, abbattendo poi la recinzione dell'azienda e terminando la corsa contro il primo trattore incontrato lungo la traiettoria. Il cofano dell'auto in particolare ha colpito il macchinario ad un'altezza di addirittura 1 metro e 80, rimbalzandovi contro prima di fermarsi. Il risultato del “decollo”, come sdrammatizza il patron Sergio Bassan, è, innanzitutto, macchina sfasciata per il “pilota”. E poi, ovviamente, danni al mezzo agricolo, alla struttura privata e anche all'arredo urbano, che peseranno sull'assicurazione del 27 enne. «Abbiamo la sede qui da 25 anni e una cosa simile non è mai successa -commenta Sergio Bassan- quando mi hanno chiamato domenica mattina devo dire che mi ha fatto un certo effetto vedere quella scena, non capita certo tutti i giorni che un'auto finisca nel piazzale della ditta, con quelle modalità poi». Uno spettacolo tanto singolare da aver richiamato domenica mattina più di qualche curioso, armato di smartphone per immortalare l'inedita installazione artistica “auto su trattore”. Il giovane di Zermeghedo, che ieri si è presentato dai titolari per questioni legate all'assicurazione, non ha riportato gravi traumi ma qualche lesioni superficiale ad un braccio. Resta da capire e su questo sono ora al lavoro gli uomini della polizia, per quale motivo non abbia subito avvertito le forze dell'ordine dell'incidente, preferendo tornarsene a casa. La sua versione è al vaglio degli agenti. • © RIPRODUZIONE RISERVATA