CHIUDI
CHIUDI

18.07.2017

Bimbo di un anno
grave in ospedale
dopo circoncisione

Il bimbo è ricoverato al San Bortolo
Il bimbo è ricoverato al San Bortolo

VICENZA. È ricoverato in un letto del reparto di chirurgia pediatrica a causa di una circoncisione casalinga che gli ha provocato delle lesioni molto gravi. In un primo momento i suoi genitori, entrambi richiedenti asilo di nazionalità ghanese e ospitati in una struttura in città, non volevano neppure affidare il figlioletto di circa un anno alle cure dei medici del San Bortolo, ma poi sono stati costretti ad accompagnarlo al pronto soccorso perché le condizioni del piccolo erano peggiorate. Fortunatamente il bimbo non è in pericolo di vita, ma è stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico per limitare i danni. Ricevuta la segnalazione dall’ospedale, la questura aprirà un’indagine.
Sull’accaduto vige il massimo riserbo. Secondo quanto è stato possibile ricostruire, i due africani sono sbarcati sulle coste italiane la scorsa estate e il bambino è venuto alla luce poche settimane dopo. La famiglia è ospitata in un alloggio gestito dalla cooperativa Cosmo e per far circoncidere il figlio si sarebbe rivolta a un presunto medico africano, in possesso di un passaporto tedesco, che opera in provincia di Verona su consiglio di una coppia di connazionali. Al momento, non è ancora chiaro in quale giorno della scorsa settimana sia stato effettuato l’intervento né dove si trovi esattamente l’ambulatorio dello straniero che ha effettuato l’intervento. I genitori non parlano una parola di italiano. Per questo motivo, in ospedale hanno chiesto aiuto a un interprete. A quest’ultimo i genitori del piccolo hanno affermato di essere andati in treno nel capoluogo scaligero e di aver successivamente preso un pullman per raggiungere una località della quale, però, non ricordano più il nome.
 

Valentino Gonzato
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1