CHIUDI
CHIUDI

17.01.2019

Auto a noleggio
Vicentino inventa
la app tipo Airbnb

Marco Filippi, 29 anni, ha creato la startup premiata in Cina
Marco Filippi, 29 anni, ha creato la startup premiata in Cina

Ha salutato una carriera nella finanza per inseguire un'idea in perfetto equilibrio tra economia di condivisione e rispetto dell'ambiente. Ossia mettere a disposizione le proprie auto inutilizzate a coloro che ne hanno bisogno. A pagamento. L'idea è questa e ora tempo e riconoscimenti gli stanno dando ragione. Lui è Marco Filippi, vicentino di 29 anni, e la sua startup si chiama Wego Europe. Il biglietto da visita di questo progetto è negli attestati che finora hanno confermato la bontà della sua intuizione: una finale alla selezione di un concorso per startup dell'università Bocconi; la vittoria all'Impact Hub Milano, che decide di credere nell'idea e investire 50 mila euro; una medaglia d'argento in una delle più grandi competizioni al mondo per startup a Xiamen in Cina.

 

L'INTUIZIONE. Di cosa si tratti è presto detto e descrivere questa storia è raccontare come dalla quotidianità possano emergere ancora idee e sorprese. «Nel 2015 ero in Lussemburgo, paese nel quale ho svolto un master e uno stage alla Pwc, un'azienda di consulenza con sedi in tutto il mondo - ricorda Filippi -. Mi trovavo spesso nella condizione di dovere noleggiare un veicolo per viaggiare dal Lussemburgo a Milano, dove la mia fidanzata di allora studiava. Ogni volta però riuscire a prenderne uno dagli autonoleggi era un'impresa. Un giorno mi venne un'idea: perché non provare a contattare qualche collega e pagargli il prestito della sua auto per il weekend, visto che probabilmente sarebbe rimasta parcheggiata per quasi tutto il tempo?». In quel periodo in Europa era appena sbarcato il servizio Airbnb (l'economia di condivisione legata alle abitazioni), «così pensai - continua il vicentino - a come costruire un servizio da offrire a tutte quelle persone che nel mondo si trovassero nella mia stessa condizione di difficoltà».

 

LO SVILUPPO. In breve tempo Filippi, che in tasca ha una laurea in economia e commercio e finanza quantitativa, si rimbocca le maniche e incomincia a lavorare a quest'idea. E continua a lavorarci anche quando si trasferisce a Malta, durante i weekend e di sera, dopo il lavoro in ufficio e gli allenamenti, visto che il vicentino è appassionato di atletica ed iscritto all'Atletica Vicentina. «Stiamo ora lavorando per il rilascio della App per cellulare, dove la domanda e offerta dei veicoli potrà avvenire, proprio come succede per Airbnb per le case e le stanze - spiega Filippi -. Abbiamo scelto di sviluppare tutta la struttura informatica direttamente su blockchain, che permette di rendere più sicuro lo scambio dei veicoli. Abbiamo un team di sviluppatori dislocati tra la Thailandia e l'Australia, ma il cuore dello sviluppo è in Wego, avvalendoci anche della consulenza di una realtà vicentina, Rawfish, già leader a livello nazionale per lo sviluppo delle applicazioni».

 

L'INTERESSE. L'idea di Filippi non è passata inosservata. «Nelle ultime settimane abbiamo riscontrato un forte interesse da parte di alcuni addetti ai lavori, come le agenzie di autonoleggio, noleggio a lungo termine o concessionari. Costoro avranno la possibilità di usare il servizio Wego per noleggiare i loro veicoli, sia privati sia industriali».

Il lancio del servizio è in programma nei prossimi mesi «prevalentemente su Milano - afferma Filippi -. Potrebbe essere interessante testare l'App anche a Vicenza, per avere poi la possibilità di fare dei riscontri tra i due differenti tipi di città. In questo caso la città del Palladio sarebbe uno dei primi centri urbani al mondo ad avere la possibilità di avvalersi di un servizio simile»

Federico Murzio
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1