Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
sabato, 17 novembre 2018

Via il sintetico dal campo ma l’erba sarà riciclata

La struttura sportiva di via Fontega con l’erba da sostituire. NICOLI

Saranno assegnati il 27 agosto alla ditta vincitrice dell’appalto i lavori per la riqualificazione del campo da gioco in erba sintetica al centro sportivo Dal Lago di Arcugnano, non più omologato dalla Lega nazionale dilettanti, dopo alcune proroghe, perché datato. Si procede in tempi rapidi, perché riparte l’attività, allenamenti, coppa, campionati, e quindi le due società calcistiche, Asd Arcugnano e Asd 7 Mulini, si sono organizzate confrontandosi con l’Amministrazione e considerando la presenza del cantiere. «Ci vorrà più o meno una settimana per la rimozione del sintetico – spiega l’assessore allo sport Gino Bedin – con una macchina particolare che riavvolge il tappeto erboso e consente di recuperarlo. Abbiamo pensato di riutilizzarlo per un campo di allenamento sempre alla Fontega: non sarà più omologabile per le partite ufficiali ma sarà sicuramente meglio di uno in erba, fangoso, durante l’inverno». Saranno necessari poi una quindicina di giorni per sistemare fondo e drenaggi e per riposizionare il nuovo campo in sintetico. «Per la metà di settembre sarà utilizzabile – continua l’assessore – ma le due società si sono dovute organizzare per queste prime settimane. A settembre partiranno le prime squadre, in seconda e terza categoria, ma anche i campionati giovanili, che giocano proprio su questo campo. Ci siamo interfacciati con le società quindi per il cantiere, per organizzare partite e allenamenti. Le prime gare hanno chiesto di giocarle in trasferta e per gli allenamenti potranno contare sugli spazi in parte a Fimon e in parte al Tormeno alla Riviera Berica». Investimento di 250mila euro per il Comune, finanziato con mutuo del credito sportivo. «Siamo stati tra i primi a partire con il sintetico e dopo 15 anni è tempo di sostituirlo perché usurato. La federazione non ci avrebbe più concesso proroghe, su questo sono stati molto chiari. I 50+50 mila euro di contributo già assegnati? Sono destinati alla sicurezza e all’efficientamento energetico dell’impianto». • © RIPRODUZIONE RISERVATA