CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

19.08.2017

Troppi furti in auto
Sul lago vigilano
nuove telecamere

Chi frequenta il lago di Fimon rischia di trovare brutte sorprese quando torna alla macchina. ARCHIVIO
Chi frequenta il lago di Fimon rischia di trovare brutte sorprese quando torna alla macchina. ARCHIVIO

Al Lago di Fimon arrivano le telecamere per la videosorveglianza. Lo ha deciso l’Amministrazione comunale di Arcugnano con delibera di giunta, dopo che anche in questi mesi estivi i furti alle auto in sosta lungo il lago sono continuati. Le segnalazioni arrivano settimanalmente: finestrini rotti, portiere forzate e infrazioni ripetute. Soprattutto nel week-end.

«Il lago di Fimon è una zona molto frequentata e i carabinieri stanno facendo un grande lavoro contro i furti, di recente hanno fermato due persone, ma il problema resta e le telecamere rappresentano un deterrente importante» precisa l’assessore alla sicurezza Gino Bedin. E così via libera alla videosorveglianza. L’investimento per il Comune è di 25 mila euro, in autunno partiranno i lavori per la predisposizione di cavi e pali di sostegno. Si andrà a posizionare le telecamere nell’area fronte lago, dalla sbarra di chiusura fino al parcheggio.

«Portare al lago il sistema di controllo è impegnativo e complesso – continua l’assessore Bedin – ci sono 15 mila euro di costi soltanto per l’impiantistica. Ma in tutto questo dobbiamo ringraziare Eros Stefani, concittadino che ci ha già donato in passato telecamere e materiali per la videosorveglianza e che contribuirà a darci un aiuto anche per l’intervento al lago di Fimon».

Il progetto Fimon fa parte di una delibera più complessa, approvata nei giorni scorsi, che mira ad implementare il controllo di tutto il territorio. Entro la fine di agosto saranno operative le tre nuove telecamere per il monitoraggio di piazza Rumor a Torri, spesa di circa 10 mila euro in parte finanziata dalla Regione. «Sono già installate, è tutto pronto, abbiamo acquisito anche l’autorizzazione della commissione provinciale per la sicurezza – spiega l’assessore Bedin – stiamo aspettando l’operatività del server. Controllano tutta la piazza, dal portico della scuola alla torre. In realtà c’erano da tempo, ma andiamo a sostituirle per una migliore operatività. A settembre inoltre verrà installato il quarto varco di controllo con il Targa System del territorio sulla Dorsale dei Berici a Perarolo, all’incrocio delle strade tra Brendola e Barbarano. Così tutti gli accessi al territorio comunale saranno monitorati. Finora il sistema ha funzionato. Nel primo anno ha rilevato tantissime infrazioni per mancata revisione e copertura assicurativa e ha consentito anche il recupero di qualche auto rubata. È utile anche come servizio di prevenzione».

Altri 8 mila euro di spesa riguardano le due telecamere, Targa System già operativo a S. Agostino, in località Fontega e sulla Dorsale al confine con Vicenza mentre le telecamere per la videosorveglianza controllano già la zona dei magazzini comunali in area artigianale e l’ecocentro, oltre che la piazza dove verranno sostituite.

«Siamo partiti con il progetto tre anni fa – conclude Bedin – per migliorare la sicurezza dal punto di vista stradale, quindi con Targa System e autovelox, e anche sul territorio. Il progetto di videosorveglianza continuerà anche dopo i prossimi interventi. L’obiettivo è andare a implementare il controllo nei quartieri cittadini».

Luisa Nicoli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1