Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
sabato, 22 settembre 2018

Allargata via Paoloni dopo la raccolta firme

Il municipio di Arcugnano dove sono stati approvati i lavori

Estate di cantieri ad Arcugnano. Per una spesa di oltre 80 mila euro, il Comune sta realizzando alcuni interventi particolarmente attesi. In primis in via Paoloni, dove sono ormai conclusi i lavori di ampliamento della strada, come richiesto anche da una raccolta firme dei residenti: due i problemi da risolvere, ovvero una carreggiata decisamente stretta e una roccia sporgente a lato della via. La strada è stata allargata di circa un metro, la roccia è stata rimossa ed è stato realizzato un muro faccia a vista lineare per facilitare il transito alle auto. «In zona abitano numerose famiglie – precisa l’assessore ai lavori pubblici Michele Zanotto – e così abbiamo accolto le richieste. Era una promessa fatta in campagna elettorale. Ora manca solo l’asfaltatura ma via Paoloni è transitabile». Spesa per il Comune circa 30 mila euro. Conclusi ormai anche i lavori del nuovo parcheggio pubblico, una ventina di posti, in via Rossi in zona artigianale e residenziale a Torri per rispondere alla richiesta di residenti e aziende: circa 17 mila euro di investimento, lavori realizzati in collaborazione con Berica Igiene. Altri 35 mila euro sono stati investiti nell’ampliamento dei cimiteri di Pianezze e Perarolo, dove sono stati realizzati nuovi loculi, una necessità visto che erano esauriti: cantiere chiuso e intervento completato. Sono iniziati i lavori sulla Strada Provinciale via Lago di Fimon, finanziati dalla Regione Veneto e in parte dalla Provincia, per mettere in sicurezza un movimento franoso del 2013 legato al maltempo di qualche anno fa. «L’iter burocratico è stato particolarmente complesso» precisa l’assessore Zanotto. Il contributo infatti è stato assegnato al Comune da Venezia ma poi è stata necessaria un’integrazione da parte dell’Amministrazione Provinciale. Lo smottamento su via Lago di Fimon da tempo stava creando disagi alla viabilità. «Il cantiere è partito e si conta per inizio agosto di concludere l’intervento di messa in sicurezza, poi si potrà riprendere a circolare regolarmente» conclude Zanotto. • © RIPRODUZIONE RISERVATA