CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

08.11.2017

A San Gottardo non suona il telefono

Un anziano cerca di telefonare, ma nella frazione ha vita dura chi ha bisogno di comunicare
Un anziano cerca di telefonare, ma nella frazione ha vita dura chi ha bisogno di comunicare

Decine di famiglie isolate telefonicamente. Senza copertura per cellulari e web e spesso anche senza linea fissa. Ad Arcugnano nella zona di San Gottardo, località via Mazzanta e via Calora, ormai sono esasperati. E il problema si allarga alla zona confinante di Zovencedo. Alle due amministrazioni comunali è stata consegnata una petizione con oltre 150 firme. Perché è sempre più complicato per i residenti gestire il quotidiano in famiglia, scollegati dal mondo. «Soprattutto nell’era della tecnologia» dicono. «È anche una questione di sicurezza» precisa il vicesindaco Gino Bedin.

Il Comune si è attivato da tempo per risolvere il problema. Ma la questione non è così semplice, perché nell’area sembra che le compagnie della telefonia mobile non siano interessate ad installare una stazione radio base per la copertura di cellulari e internet. E rifare la linea telefonica aerea per i numeri fissi richiede investimenti importanti.

«C’è un doppio problema a San Gottardo – continua il vicesindaco – la linea aerea per la rete fissa sale da Torri attraverso Fimon nell’area boschiva e basta un colpo di vento e un ramo sul filo per far saltare il collegamento. I tecnici intervengono su segnalazione dei cittadini quando si interrompe il servizio, ma si tratta solo di tamponare la situazione. Bisognerebbe rifare tutta la linea fissa. Per la telefonia mobile invece non c’è copertura. Noi abbiamo anche trovato, grazie ad un privato in via Mazzanta, la disponibilità di un’area in cui ospitare un ripetitore, ma le compagnie telefoniche finora hanno dato risposta negativa perché non è economicamente interessante. Per noi però è una questione di sicurezza. Se un cittadino di quella zona ha un malore cosa deve fare? Andare casa per casa a cercare qualcuno con il telefono funzionante? Noi continuiamo a cercare».

«A Perarolo - fa presente Bedin - con una stazione radio base di Vodafone siamo riusciti a risolvere il problema. E a San Gottardo non possiamo lasciare tutta la zona e le famiglie senza collegamenti e rete. Né fissa né mobile. Chiediamo alle compagnie di telefonia mobile di aiutarci, c’è bisogno di garantire il servizio alla comunità».

Anche le attività, una trattoria e un ambulatorio medico, sono in difficoltà per questo. Della raccolta firme si è fatto promotore Alessandro Maran e la moglie Sabina: loro vivono da oltre dieci anni in via Mazzanta, ma non si sono arresi al problema.

«Siamo senza internet e senza rete per il cellulare – spiega Sabina – e per giorni a volte anche senza linea fissa. Succede da tempo. La centralina in zona ha i cavi ossidati e la linea aerea spesso è interrotta. Qui tra l’altro il numero delle famiglie è aumentato, hanno costruito nuove case. Ma la rete è sempre la stessa. Mio marito ha dovuto rinunciare ad un’offerta di lavoro perché era prevista la reperibilità notturna, come poteva accettare se non siamo raggiungibili telefonicamente? Ho due figli che vanno a scuola e avrebbero bisogno di utilizzare internet. Ogni mattina ci proviamo e non funziona. Ho chiamato varie volte la compagnia telefonica, mi hanno risposto di scrivere una mail. Ma se non ho il collegamento? E intanto noi paghiamo per la rete fissa e mobile senza avere i servizi».

Luisa Nicoli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1