CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

29.09.2017

Sos alberi malati
A rischio taglio
le piante dei Caduti

Gli alberi si trovano nel Viale della Rimenbranza. MASSIGNAN
Gli alberi si trovano nel Viale della Rimenbranza. MASSIGNAN

I ginkgo biloba di via Marconi ad Altavilla, piantati da oltre 30 anni in memoria dei caduti della Prima Guerra Mondiale, potrebbero essere malati. Gli alberi, 22 su 46, sono sotto controllo dell'occhio attento di uno specialista che sta verificando le loro condizioni di salute.

La prima analisi di tipo visivo infatti non è stata sufficiente per una diagnosi precisa e così le piante sono state sottoposte ad alcuni esami strumentali da parte dell'agronoma Elisa Tescari, cui l'amministrazione ha affidato l'incarico di verificare la situazione di questi e altri alberi prima di procedere agli abbattimenti delle piante malate. «È una questione di sicurezza» precisano in Comune. Per i ginkgo biloba, nel tratto dell’ex via della Rimembranza, c'è però un'attenzione particolare. Perché sono un bene tutelato.

«Sono dedicati alla memoria dei caduti nella Prima Guerra Mondiale - precisa l'assessore all'ambiente Roberto Scapin - in entrambi gli accessi stradali di quel tratto di via Marconi c'è una targa a ricordarlo: ogni albero è stato piantato per una persona che ha perso la vita per la patria. Sono un bene monumentale. Speriamo che sia sufficiente una potatura. Hanno un importante valore storico e civile. Quello non è un viale qualsiasi. Faremo ogni intervento possibile per salvarli». Il piano abbattimenti delle piante malate sul territorio ha preso il via nel 2015. Finora su 3 mila alberi sul fronte strada, esclusi i parchi, ne sono stati abbattuti circa l'8 per cento, più o meno 240. «Si trattava di piante malate o già morte - precisa Eva Martello, responsabile dell’ufficio manutenzione del verde pubblico - che devono essere abbattute a tutela della sicurezza pubblica. Ad agosto su un parcheggio di via Lago di Tovel sono caduti due platani, che avevano le radici malate. Fortunatamente è accaduto nella notte quando non c'erano persone né auto. In centro il monitoraggio è quasi completato, i prossimi abbattimenti interessano alcuni olmi lungo la Regionale 11, nei tratti di centro abitato. Purtroppo quando non sono più stabili dobbiamo procedere. «L'abbattimento di una pianta ad alto fusto - continua l'assessore Scapin - tra l'altro costa circa 400 euro. Dalla prossima primavera partiremo con le nuove piantumazioni».

Luisa Nicoli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1