CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

29.10.2017

Snodo dell’Olmo
Ora un confronto
sull’alta velocità

L’area dell’Olmo ad Altavilla al centro del dibattito per l’alta velocità
L’area dell’Olmo ad Altavilla al centro del dibattito per l’alta velocità

È convocata lunedì 30 ottobre in municipio ad Altavilla la conferenza dei capigruppo che il sindaco Claudio Catagini ha deciso di riunire per un confronto sul progetto preliminare presentato da Rfi sull'alta velocità snodo di Olmo.

«Per valutare quale strada intraprendere visto che così non va», precisa il primo cittadino. Sono due i punti cruciali che sono stati modificati rispetto all'ipotesi iniziale e che l'Amministrazione comunale considera non accettabili.

«Il primo è la rotatoria sulla Provinciale a Olmo in corrispondenza del sottopasso - spiega il sindaco Claudio Catagini - noi avevamo chiesto che via Vicenza fosse collegata direttamente alla rotonda per risolverci il problema dell'uscita dal paese e che quindi diventasse una rotatoria a cinque rami viabilistici. Proposta che era stata accolta in prima istanza e che invece è stata modificata con una rotatoria a Olmo sulla Provinciale leggermente spostata rispetto all'esistente ma senza che via Vicenza ne sia collegata. Non conosciamo i motivi della variazione ma non capisco la necessità di questo cambiamento. Secondo punto il nuovo sottopasso sulla Regionale 11. Al di là che è stato progettato tra Pittarello e i capannoni a lato, prevede una rotatoria all'uscita sull'ex statale, tra l'altro a raso. A questo punto meglio una rotonda più ampia e funzionale in quel punto strategico, se il sottopasso deve essere realizzato lì, con l'eliminazione però di quella esistente al Migross. Diventerebbe inutile visto che il sottopasso attuale dovrebbe restare solamente per un uso ciclo-pedonale». L.N.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1