CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

02.11.2017

Manutenzione del verde
Piano per tremila alberi

Il parco di via De Gasperi ad Altavilla. FOTO MASSIGNAN
Il parco di via De Gasperi ad Altavilla. FOTO MASSIGNAN

Altavilla ha lanciato tre avvisi per l'acquisizione di manifestazioni di interesse relativi alla manutenzione del verde per un importo complessivo di 150mila euro, affidamento del servizio dal 1° gennaio 2018 al 31 dicembre 2020. Proposte che vanno presentate entro il 15 novembre. Il primo è relativo alla manutenzione dei cigli stradali, delle piste ciclabili del Laghetto e di via Tovo, delle scarpate, delle aree verdi di via Vicenza, di via Fontanelle, di via Firenze e della chiesetta “La Rocca”.

Il secondo avviso fa riferimento al servizio di manutenzione alberature e quindi taglio rami pericolosi, abbattimenti urgenti di piante morte o malate, trattamenti fitosanitari annui su marciapiedi comunali, piste ciclopedonali e passaggi pedonali con eliminazione delle erbacce. Il terzo infine è relativo alla manutenzione delle aree verdi, ovvero parchi, prati e siepi. «Abbiamo deciso di dividere praticamente in tre diversi appalti il servizio considerando la vastità del territorio e di aree verdi - spiega l'assessore all'ambiente Roberto Scapin - in questi anni abbiamo fatto anche delle sperimentazioni, affidando ad associazioni o cooperative alcune manutenzioni, oppure ad un'unica azienda, ma ci siamo resi conto che una sola ditta specializzata non poteva occuparsi di alberature, tagli dell'erba dai cigli stradali e manutenzione di tutte le aree verdi pubbliche. Così l'appalto da 150mila euro è stato diviso in tre gare da 50mila ciascuna».

I numeri ad Altavilla infatti sono importanti: nel territorio comunale ci sono venti parchi, 3000 alberi fronte strada, esclusi quelli delle aree verdi con cui si arriva più o meno a 8 mila alberature. Ci sono inoltre 54 chilometri e mezzo di cigli stradali su un territorio di oltre 16 chilometri quadrati. Un patrimonio che richiede cura.

«Dopo l'analisi dettagliata del territorio - conclude l'assessore Scapin - abbiamo ritenuto che fosse più semplice suddividere le manutenzioni in tre settori diversi. E comunque abbiamo scelto di affidare la parte relativa alle siepi e ai prati con un bando destinato alle cooperative sociali».

Luisa Nicoli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1