CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

20.09.2017

Investita in bici
Ferita 16enne
Caccia all'auto

Il luogo in cui è avvenuto l'investimento. FOTO DISSEGNA
Il luogo in cui è avvenuto l'investimento. FOTO DISSEGNA

ALTAVILLA. Era in sella alla sua bicicletta quando un'auto l'ha urtata, facendola sbattere sul parabrezza dell'auto con la testa, per poi finire rovinosamente a terra, sull'asfalto, senza essere soccorsa dalla sua investitrice. Così una gita in bicicletta, con tre amici, ha rischiato di trasformarsi in una tragedia per una ragazza di 16 anni di Sovizzo investita da un'auto sulle strisce pedonali, mentre nel pomeriggio di mercoledì 20 settembre stava pedalando lungo la strada regionale 11 ad Altavilla, all'altezza del supermercato Migross. Alla giovane, soccorsa dal 118 e trasportata al pronto soccorso con codice giallo, è stato riscontrato un trauma alla testa e ad una gamba.

 

L'automobilista anziché fermarsi a prestare soccorso alla giovane, dopo l'urto è scesa dal suo veicolo ha spostato la bicicletta caduta in mezzo alla carreggiata, e dopo aver scambiato due parole con la sedicenne a terra, si è rimessa al volante ed ha tirato dritto. Ora le forze dell'ordine le stanno dando la caccia: la donna, una straniera secondo le testimonianze dei tre giovani amici della ragazza ferita, sentiti da una pattuglia dei carabinieri di Longare intervenuta sul posto, rischia una denuncia per omissione di soccorso.

 

L'episodio è avvenuto alle 17.30 sulla strada Padana 7, in direzione Verona. «Stavamo pedalando tutti e quattro per raggiungere Altavilla - racconta uno dei tre ragazzi, anche lui sedicenne, come la coetanea ferita -. Due di noi avevano già attraversato sulle strisce metà carreggiata, un'altra ragazza era già sul parcheggio del supermercato, quando S. ha imboccato il passaggio pedonale in sella alla sua bici». «In quel frangente è sopraggiunta un'auto a velocità sostenuta, nonostante il traffico. Una Fiat Panda bianca. A bordo c'era una donna - continuano nel racconto i tre amici -. S. è stata colpita in pieno lateralmente. È volata sul parabrezza rompendolo ed è caduta a terra. Lamentava dolori alla testa e ad una gamba, ma era cosciente. Parlava. L'automobilista, dopo l'urto, è scesa dall'auto, ha spostato la bici, ha scambiato due parole con S., che era evidentemente shoccata, ed è risalita a bordo del mezzo fuggendo via. Pensavamo tornasse per darci una mano».

L.D.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1