CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

26.04.2018

Terme, ultima stagione Poi gestione da 25 anni

Per le terme è in vista una concessione a lungo termine.   L.CRI.
Per le terme è in vista una concessione a lungo termine. L.CRI.

Riaprirà il primo giugno il compendio termale di Recoaro e sarà attivo fino al 30 settembre. Nel frattempo il cda della “Terme di Recoaro spa” ha incontrato i candidati sindaci alle prossime elezioni amministrative di Recoaro per sondare l’interesse sul compendio. Il tutto in vista del bando che la Regione dovrebbe mettere nero su bianco nei prossimi mesi. L’estate 2018 infatti è l’ultima prima che si vada ad un concessione di lunga durata, si parla di 25 anni e la “Terme di Recoaro spa” guidata dalla presidente Paola Borgo non vuole lasciare nulla di intentato. Dal cda la richiesta è quella che la prossima amministrazione si muova per ottenere dei fondi strategici all’interno dei fondi dei comuni di confine da destinare alle terme. «La società, pur essendo una spa, ha un interesse prevalentemente pubblico e un indotto che ricade sul paese e sull’intera vallata. I 174 eroi che con l’acquisto delle azioni hanno permesso la gestione attuale non possono finanziare ancora, serve un piano strategico che veda come attore anche il Comune» osserva il cda. Da parte dei candidati sindaci c’è grande disponibilità. Severino Cailotto, presente al posto del canddidato Davide Branco assente per motivi di lavoro, sottolinea: «Serve massimo impegno a sostegno della società. La cittadinanza è a favore delle terme, basta guardare le associazioni che con il loro lavoro ne hanno permesso l’apertura». Andrea Checchetto afferma: «La riqualificazione e il rilancio delle Terme rappresentano una priorità per l’economia di Recoaro e un’azione per contrastare il calo demografico che ci affligge per dare nuove possibilità di impiego ai giovani. Ci impegneremo a fianco dell’attuale società per stimolare la Regione a operare con determinazione e sollecitudine alla realizzazione di un progetto di rilancio complessivo». Enrico Storti, in rappresentanza del candidato sindaco Sonia Benetti, assente per motivi di lavoro, osserva: «È scontato l’interesse per salvaguardare le terme. Si tratta di una risorsa importante e una garanzia per il futuro del paese. Sarebbe già servito il coinvolgimento dell’amministrazione comunale nella gestione delle fonti. Da parte nostra c’è l’impegno per trovare risorse e rilanciare l’attività promozionale». Giovanni Ceola, attuale sindaco che punta alla riconferma, spiega. «Serve un progetto specifico, per capire se i fondi dei comuni di confine possano essere utilizzati in questo modo. Le terme sono vitali per Recoaro e il mio operato è sempre andato in questa direzione». Dal consigliere della “Terme di Recoaro spa” Stefano Talin giunge un appello affinché sia messo nero su bianco un accordo per un sostegno alle terme. Nel breve periodo, in vista del prossimo bando Ceola, sindaco in carica, punta a coinvolgere i sindaci di valle con una lettera da mandare in Regione per una prima azione di sensibilizzazione. Nel frattempo proseguono i lavori di ristrutturazione di villa Tonello con l’obiettivo di restituirla al compendio nella sua bellezza per l’inizio della stagione. Si comincerà con i trattamenti idropinici ed inalatori mentre a luglio ed agosto ci sarà spazio anche per la balneoterapia e la fangoterapia. Quanto all’imminente stagione, la struttura sarà fruibile da lunedì a sabato dalle 8 alle 12 e dalle 15 alle 18 mentre la domenica ci saranno solo i trattamenti idropinici sempre con lo stesso orario. Una apertura anticipata della stagione è stata scartata visto che le terme sorgono in una zona fredda e prima di giugno ci sarebbe stato il rischio di dover accendere il riscaldamento con un aggravio dei costi di gestione. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Luigi Cristina
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1