CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

19.05.2017

Appartamenti
per migranti
«Il paese
va tutelato»

«L’adesione alla rete Sprar è un compromesso al ribasso che può essere compreso solo per l’operazione in atto del rilancio delle terme».

Il comitato spontaneo di cittadini PrimaNoi interviene sulla questione del probabile arrivo a Recoaro di venti richiedenti asilo che saranno ospitati in 4-5 appartamenti. «Quello che temevamo - osservano - sta puntualmente accadendo. Tante iniziative di protesta per poi aprire all’accoglienza diffusa che nella sostanza va a sancire un matrimonio forzato tra Comune e Prefettura». Prima Noi entra a gamba tesa sulla Regione: «Il compendio termale è di proprietà della Regione e riteniamo quindi che da Venezia qualcosa di più si sarebbe potuto fare. Invece ad oggi non ci risulta che una sola voce si sia alzata per provare a difendere le istanze dei recoaresi, costretti loro malgrado a negoziare da soli un patto al ribasso con i funzionari governativi, mentre realtà come Abano Terme, in presidio permanente da 8 mesi, ha visto svariate volte la presenza di autorevoli rappresentanti politici regionali che si sono uniti per impedire che nella loro città arrivi anche un solo profugo». L.CRI.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1