CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

14.02.2018

Giovani e sicurezza De Franceschi studia da sindaco

Il vice sindaco De Franceschi ufficializza la sua candidatura. CARIOLATO
Il vice sindaco De Franceschi ufficializza la sua candidatura. CARIOLATO

«Il mio programma sarà all’insegna della continuità, ma anche dell’innovazione». Rompe le indugi ed esce allo scoperto Giuliano De Franceschi, 56 anni, architetto, libero professionista con studio in paese, sposato con due figlie e attuale vicesindaco con delega all’istruzione. Si candida a fare il sindaco, supportato da una lista civica di centrodestra. «Ho atteso finché non ho avuto la certezza di poter contare su una squadra che sostenesse la mia candidatura per le prossime elezioni comunale di maggio - spiega -. Sia chiaro, la squadra si sta ancora formando, ma negli attuali componenti già si rispecchiano i diversi settori della società, dal mondo imprenditoriale a quello commerciale, dal pianeta giovani a quello dei lavoratori e pensionati, con un occhio di riguardo al mondo delle associazioni e del volontariato. La mia preoccupazione sarà quella di formare una squadra di assessori, fatta di persone competenti, disponibili e attente ai bisogni della gente». «Non mi sembrava corretto - spiega - lanciare la mia immagine senza il supporto di una squadra. La continuità con l’amministrazione precedente è data dalla presenza nella prossima giunta dell’attuale assessore al bilancio Sonia Poletto, esperta di finanza. Mi trovo davanti un patrimonio ragguardevole di opere pubbliche realizzate: su tutte la nuova scuola media e il centro unico di medicina di famiglia, ricavato nella ex-scuola elementare di piazza Marconi. Si sta poi completando la ristrutturazione di palazzo Barbaran con il completamento dello stralcio del primo piano, che diventerà il centro culturale del paese delle associazioni». «Il paese - ricorda - dispone attualmente di validi servizi al cittadino, come l’area sportiva, dove si prevede di completare gli spazi sotto le tribune, sarà mia cura terminare il piano antisismico delle scuole di valle e del capoluogo, particolare attenzione sarà riservata alla viabilità mantenendo efficienti le strade collinari». «Grande attenzione - annuncia - sarà rivolta ai giovani. A palazzo Barbaran sarà realizzata un’aula multimediale e di ritrovo per gli studenti di ritorno dalle università. Sarà intensificato il dialogo con i giovani, per ascoltare le loro esigenze e farli partecipare alla vita sociale. Senza dimenticare che anche qui il problema della sofferenza sociale esiste e ci sono famiglie in difficoltà economiche per la perdita o il lavoro saltuario. Si procederà con il Pat». «Quello accennato - precisa De Franceschi - è solo una bozza del programma, perché quello definitivo scaturirà dagli incontri con i cittadini. E poi c’è la Pedemontana: non dimentichiamo che il territorio di Castelgomberto è quello più devastato dal passaggio della superstrada: mi impegnerò per la realizzazione puntuale delle opere di mitigazione ambientale e di quelle complementari: sarò intransigente. Se sarò eletto – conclude - sarò il sindaco di tutti. Così come il municipio sarà la casa di tutti, trasparente, aperta, dove si respira un’atmosfera familiare». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Aristide Cariolato
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1