CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

05.09.2018

«Così ho inventato il mio orologio da 680 mila dollari»

Luca Soprana con il meccanismo di altissima precisione che crea nel suo laboratorio e, nel riquadro, il prestigioso orologio. FOTO VE.MO.
Luca Soprana con il meccanismo di altissima precisione che crea nel suo laboratorio e, nel riquadro, il prestigioso orologio. FOTO VE.MO.

VALDAGNO/VAUMARCUS (Svizzera). Dalla cattedra ad un orologio da 680 mila dollari. Artefice dei 18 pezzi che pochi al mondo potranno mettere al polso è il valdagnese Luca Emilio Soprana, 44 anni, residente a Vaumarcus nel cantone di Neuchâtel in Svizzera. Ed è proprio nella terra elvetica che, da 15 anni, Soprana si misura con i maestri orologiai più famosi al mondo. Dopo la laurea in economia e commercio conseguita a Bologna, seguendo la passione nata nel negozio prima di nonno Alberto e poi di papà Maurizio, nel 2002 decide di frequentare la scuola di orologeria a Neuchâtel ottenendo una borsa di studio e per un anno salendo anche in cattedra come assistente formatore alla Patek Philippe. Quella che doveva essere una parentesi all’estero per specializzarsi e tornare a Valdagno si è trasformata invece nel suo futuro oltralpe.

 

È nel 2005 che Soprana decide di accettare la sfida più importante della sua carriera, ovvero fondare assieme a un socio francese l’Ateliers7h38, una sorta di “ospedale” per orologi antichi, prodotti tra il 1600 e il 1950 ma anche un laboratorio di design e meccanica di precisione da cui oggi è uscito l’“Astronomia maestro” per il brand svizzero “Jacob & Co”. Si tratta di una tecnologia complicatissima che unisce un tourbillon orbitale a triplo asse con un ripetitore minuto carillon. «Siamo alla terza edizione nata nel 2013 con il modello base, seguito da “Astronomia sky” nel 2016 e arrivata oggi al modello a ripetizione minuti a carillon -ha spiegato Soprana-. Il meccanismo è un tourbillon a tre assi che ruotano intorno al cerchio per compensare un immancabile errore di marcia nel bilanciere. Per la prima edizione sono stati venduti 36 pezzi a 540 mila dollari». Veri e propri gioielli che trovano un mercato di nicchia, apprezzati sia per la meccanica del triplo asse, che è stata ideata per la prima volta da Soprana, che per i materiali ricercatissimi.

 

Ma chi sono questi fortunati che si possono permettere dei veri e propri gioielli da polso, che costano come un’abitazione di prestigio? «Intenditori con grandi disponibilità in Asia, ad Hong Kong, nella Cina interna, a Taiwan, in Malesia, Stati Uniti e Messico» ha aggiunto Soprana. «La nuova collezione, di cui abbiamo consegnato già tre pezzi, usa l’ottone, una speciale lega di nichel e l’acciaio con rubini e un diamante “taglio Jacob” a 288 facce». Una cassa in oro rosa con finestrelle in zaffiro sul cinturino che permettono di vedere il movimento e il meccanismo interno completano questi pezzi unici. Non solo. Azionando una piccola leva si attiva una sequenza di suoni che contraddistinguono lo scandire delle ore, dei minuti e dei quarti. Anche questa brevettata.

 

Insomma a mettere insieme tutto questo è stato lo staff di Luca Soprana che ad ogni buon conto, pur dividendosi tra il Salone dell’orologeria di Basilea e quello di Ginevra non dimentica il suo paese natale: «Una volta al mese torno a Valdagno - conclude il maestro orologiaio -. In Svizzera c’è più dinamismo aziendale e senso di sicurezza. Ma se penso all’Italia mi mancano il buon cibo, lo stile di vita e la rete di aiuti per le famiglie». Soprana sorride e confida che sono proprio i suoi figli Emilio, Carlo e Filippo a sostenerlo in questa avventura «quando vengono in laboratorio a trovarmi soprattutto quando lavoro nei fine settimana». 

Veronica Molinari
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1