CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

19.05.2017

Troppi vandalismi
Messi i lucchetti
alla pista da skate

Gli spogliatoi appena ripuliti e subito imbrattati. CARIOLATO
Gli spogliatoi appena ripuliti e subito imbrattati. CARIOLATO

CORNEDO. Pedane rovinate, vandalismi, muri imbrattati, incuria. E spese di manutenzione continue a carico del Comune, quindi della comunità. Da qui la decisione dell'Amministrazione comunale di Cornedo di far scattare i lucchetti ai cancelli della pista da skate di via De Gasperi "per ragioni di sicurezza e per dare un segnale di rispetto per le strutture pubbliche". L'area sarà sistemata e poi data in affidamento a un gruppo sportivo.  
 

«Non è un intervento discriminatorio contro chi praticano questa disciplina - afferma l’assessore allo sport Francesco Lanaro -. Anzi, vogliamo che gli sportivi possano disporre di una struttura perfettamente agibile e sicura. I motivi della chiusura temporanea sono chiari. Il Comune ha speso oltre 2 mila euro per pulire dalle scritte nere la parete gialla degli spogliatoi del campo sportivo. Sono passati alcuni giorni e i writer, scambiando la parete per un murale, l’hanno nuovamente imbrattata di scritte. Se, poi, diamo un’occhiata alla situazione di degrado in cui si trovano oggi le pedane dello skate park, l’intervento è stato doveroso, sia per motivi di sicurezza sia per dare un segnale di rispetto delle strutture pubbliche. Si tratta, ripeto, di una misura temporanea in vista anche di una sistemazione del luogo e dell’affidamento ad un gruppo sportivo che sia disponibile a gestirlo. Vedremo in futuro se non sia il caso di installare nella zona anche delle telecamere di videosorveglianza per individuare gli imbrattatori».

Aristide Cariolato
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1