CHIUDI
CHIUDI

15.03.2019

Lanaro scende in pista per il dopo-Montagna «Io, libero dai partiti»

Francesco Lanaro, 38 anni, sposato e padre di tre figli, è il primo candidato sindaco.  ZORDAN
Francesco Lanaro, 38 anni, sposato e padre di tre figli, è il primo candidato sindaco. ZORDAN

Cornedo ha il suo primo candidato sindaco. È Francesco Lanaro, 38 anni, sposato, padre di tre figli, avvocato con studio a Cornedo e Conegliano, specializzato in diritto amministrativo e civile. Il professionista, assessore ai lavori pubblici, viabilità e sport e sicurezza uscente, rompe gli indugi ed esce allo scoperto per provare a prendere il testimone da Martino Montagna. E spiega perché ha deciso di correre per la poltrona di primo cittadino. «Ho tre figli e mi sta a cuore Cornedo. Il paese è ad una svolta, anche generazionale. Ho iniziato ad impegnarmi 5 anni fa candidandomi per la prima volta come consigliere comunale. L’esperienza maturata da assessore mi ha profondamente formato e mi ha fatto capire che per migliorare le cose bisogna essere sindaco». Come simbolo ha scelto “# Lanaro Sindaco”: che tipo di lista sarà quella che la sosterrà? Sarà senza simboli di partito, una lista civica pura, non una partitica camuffata. Sarà imperniata sulle persone. Sono stato contattato da diversi partiti, ma per coerenza ho rifiutato qualsiasi simbolo e accordi formali. Chi ne farà parte? L’annuncio ufficiale lo daremo il 12 aprile, quando avremo ultimato le formalità burocratiche come la raccolta firme. La scelta è stata basata essenzialmente su una volontà di rinnovamento. Ci saranno anche consiglieri già in carica? Sì, ma che non abbiano alle spalle più di un mandato, quelli che hanno cominciato con me per intenderci. Il resto è tutto rinnovamento. Sarà una lista dove i giovani non mancheranno, l’età media si aggira sui 40 anni. Sono convito che in questo modo si garantirà anche il futuro di Cornedo. Siamo di fronte ad un cambio generazionale. Cornedo necessita di competenza e non di altalenanza o diatriba partitica. Tirando le somme, con me governeranno le persone e non i simboli di partito. Il momento necessita di scelte oggettive, ponderate e non condizionate. L’esperienza di gruppi organizzati non mi ha soddisfatto, anzi in alcune circostanze mi ha lasciato perplesso. Quali sono le priorità per Cornedo? Siamo ad una svolta storica per la nostra viabilità. Saremo il Comune di entrata della Pedemontana e dovremo lavorare per far sì che non sia un problema ma una opportunità, garantendo il completamento del IV Lotto della 246, ed impegnandoci per la costruzione della Sinistra Agno, un’arteria importantissima per disporre di una vera viabilità alternativa da Valdagno a Trissino. Che supporto intende dare al tessuto economico artigianale, industriale e commerciale di fronte alle sfide del cambiamento? C’è necessità di ricucire quel tessuto, dopo la crisi dei territori. Mi impegno ad incentivare, nei limiti concessi dalla legge, gli appalti a chilometro zero. Non voglio tralasciare l’attenzione al territorio, iniziata in questi anni, in particolare alle contrade, ne abbiamo ben 62, e alle persone che popolano le colline. Giovani e anziani: quali politiche? Una sfida sarà quella di migliorare la scuola, dotandola di una migliore tecnologia. Voglio investire ancora su impianti sportivi ed aree di aggregazione giovanile, ma anche migliorare i servizi per gli anziani, in particolare la nostra casa di riposo. La Valle dell’Agno soffre meno di altre zone il problema della sicurezza. In ogni caso, come intende agire? La questione sicurezza resta sempre in primo piano: voglio introdurre il controllo di vicinato, coinvolgendo attivamente la popolazione, ed implementare la videosorveglianza portandola anche nelle frazioni. Dedicherò particolare impegno per aumentare la collaborazione con i Comuni della vallata, puntando ad economie di scala per la gestione dei servizi. Sarò anche in prima fila per garantire che i servizi sanitari ospedalieri e territoriali siano salvaguardati e potenziati. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Giorgio Zordan
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1