CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

12.10.2017

Furbetti della revisione
incastrati dagli agenti

Una pattuglia della polizia locale impegnata in un controllo. ARCHIVIO
Una pattuglia della polizia locale impegnata in un controllo. ARCHIVIO

Saltare la revisione del veicolo può costare assai caro. Ne ha avuto conferma un automobilista di 41anni residente a Cornedo che sabato era stato fermato dalla polizia locale dell’Unione dei Comuni del Retrone. Al rituale patente e libretto, era seguita la constatazione che il veicolo, un furgoncino, aveva saltato il controllo. Assieme alla multa è stato congedato con la raccomandazione di raggiungere la propria abitazione, di prenotare immediatamente un appuntamento con un centro autorizzato e di tenere fermo il mezzo fino a quando non avrebbe poi superato la revisione. Raccomandazione che il 41enne ha ignorato visto che domenica sera è stato nuovamente fermato, questa volta dalla polizia “Valle Agno”, mentre circolava all’altezza della variante alla sp 246 di Cornedo. Oltre al fermo amministrativo del furgoncino per 90 giorni gli è stata comminata una sanzione di 1.955 euro.

Inutile anche tentare di fare i furbi: gli occhi elettronici delle telecamere non lasciano scampo come dimostra l’episodio verificatosi venerdì scorso. Il Targa System aveva segnalato la mancanza revisione di un veicolo in transito, ma quando la polizia locale lo ha fermato sulla carta di circolazione era presente il tagliando adesivo che diceva il contrario. Gli agenti però hanno voluto approfondire la questione: i casi di errore dell’apparecchiatura elettronica, collegata alla banca dati della Motorizzazione, sono rarissimi. Ed alla fine sono giunti alla conclusione che quel tagliando, benché fosse identico, sia nel formato che nella grandezza dei caratteri e corredato dai richiami di legge, era opera di un abile falsario. È accaduto alle 21 di venerdì, quando gli uffici della Motorizzazione sono chiusi, particolare che però non ha scoraggiato gli agenti del comandante Daniele Vani. Per il trasgressore, un 52enne originario dell’Europa dell’Est, residente a Valdagno, che viaggiava su una Mercedes, è scattata una sanzione di 169 euro. in più, la carta di circolazione gli è stata sequestrata per falsificazione, reato penale.

Giorgio Zordan
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1