CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

06.12.2017

Bottino di scuri e piedi di porco I ladri fanno il pieno di attrezzi

La ferramente Cornedese presa di mira dai ladri. A.C.La scaffalatura con le scuri saccheggiata dai ladri.   A.C.
La ferramente Cornedese presa di mira dai ladri. A.C.La scaffalatura con le scuri saccheggiata dai ladri. A.C.

Aristide Cariolato Furto mirato alla Ferramenta Cornedese di Anna Maria Lovato e Bruno Dal Cengio, che si trova in via Monte Verlaldo lungo la strada provinciale 246 a 50 metri dall’incrocio con l’arteria provinciale Priabonese. E quanto meno singolare, se si pensa che sono stati presi di mira esclusivamente gli scaffali che ospitavano i piedi di porco, nel linguaggio di tutti i giorni, i comuni “levarini”, e le possenti accette da boscaiolo. Si tratta nè più né meno di attrezzi da scasso, di cui si servono comunemente i ladri di appartamento per far saltare gli infissi e mettere fuori uso le serrature e gli stipiti delle porte. Servirà ora vedere se nelle prossime settimane si intensificheranno nella valle dell’Agno i furti nelle case con tale metodo. L’altra sera, poco dopo le 21, i ladri, più di uno come evidenziano le telecamere in funzione all’interno del salone d’esposizione, hanno scelto, per non essere visti da quanti a quell’ora transitavano per la strada provinciale, dato che la zona è molto illuminata, di raggiungere il retrobottega provenendo dai campi. Una volta raggiunta la vetrata, protetta da una fila di paracarri, posti dai titolari per evitare il colpi di ariete, hanno sfondato una vetrata con un grosso martello e si sono aperti un varco. È scattato l’allarme ma i ladri sapevano di dover condurre in fretta l’operazione, utilizzando i 5/6 minuti a disposizione, che costituiscono il tempo fra l’allarme e l’arrivo delle forze dell’ordine e delle guardie notturne. Infatti, si sono diretti subito ai due scaffali, di cui conoscevano la posizione chiaramente a seguito di più che probabili visite precedenti al negozio, ed hanno razziato i piedi di porco e alcune accette e sono scappati dallo stesso varco, non curandosi dei trapani, flessibili, martelli demolitori ed elettoseghe, che facevano bella mostra sugli scaffali. Quando sono arrivati carabinieri della compagnia di Valdagno e le guardie notturne, i ladri si erano già dileguati. «Vista la singolarità del furto, e quello che è stato rubato, il danno maggiore è nella sostituzione della vetrata - ha commentato la titolare di Ferramenta Cornedese -. È davvero un brutto lavorare in questa situazione». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1