CHIUDI
CHIUDI

15.02.2019

Agitazione rientrata «Sui fondi accessori deciderà lo Stato»

Il municipio di Cornedo. ARCHIVIO
Il municipio di Cornedo. ARCHIVIO

Rientrato lo stato di agitazione da parte dei dipendenti del Comune di Cornedo dopo la riunione svoltasi in municipio alla presenza dei sindacati territoriali, della Rsu, del sindaco Martino Montagna, del segretario generale Renato Graziani, e del vice prefetto Renata Carletti. Oggetto del contendere la costituzione del Fondo del salario accessorio dei dipendenti. Secondo i sindacati, a seguito dell’entrata in vigore del contratto nazionale del 21 maggio, le regole sono cambiate. Ciò ha comportato una verifica degli anni scorsi. Per i sindacati la verifica ha fato emergere errori nella quantificazione delle risorse decentrate. Un parere che però all’epoca non aveva trovato d’accordo l’ex segretario del Comune e l’allora responsabile del servizio finanziario, con avvallo del revisore dei conti, che hanno dato altra interpretazione alle norme. Da qui la proclamazione dello stato di agitazione e la mancata firma del contratto integrativo nel 2018 da parte dei lavoratori. Sul piatto ci sono complessivamente circa 20 mila euro da dividere tra i 145 dipendenti del municipio. I dialogo tra le parti non si è comunque mai interrotto, come testimonia l’assenza sino ad oggi di scioperi o altre iniziative di protesta. «Nella riunione di mercoledì – spiega il sindaco Montagna – abbiamo riferito che siamo in attesa di chiarimenti da parte della Ragioneria generale dello Stato, alla quale il Comune si è rivolto, pronti a fare retromarcia se da Roma sarà data ragione ai dipenderti». Notizia che Rsu e sindacati hanno accolto favorevolmente sospendendo lo stato di agitazione. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

G.Z.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1