CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

11.10.2017

Strade fuori uso
Un’accelerata
per far finire i lavori

Via Cengelle chiusa. CARIOLATO
Via Cengelle chiusa. CARIOLATO

«Ancora una settimana e dovrebbe sbloccarsi la situazione di via Cengelle e via Zaia» lo afferma il sindaco Lorenzo Dal Toso, dopo l’ultimo incontro con i proprietari. Le due strade sono chiuse. La prima, che collega il centro con la zona industriale nord del paese, chiusa al traffico sia pedonale che automobilistico per motivi di sicurezza, a seguito della caduta, circa un anno fa, di alcuni massi dal dorsale del monte sulla carreggiata. Per riaprirla è necessario collocare una palizzata paramassi di un centinaio di metri, del costo di 50 mila euro, che sarebbero divisi equamente fra i due proprietari. Via Zaia, che raccorda la periferia del capoluogo con località Monteschiavi, è stata appena ultimata, dopo un’attesa di dieci anni, con la sistemazione della carreggiata, l’asfaltatura e la protezione di un guardrail per tutta la sua lunghezza con un costo di 350 mila euro per il Comune, ma non può essere aperta perché manca la rifinitura degli ultimi 100 metri, che devono essere messi a posto dal proprietario. «I proprietari hanno garantito la loro disponibilità e mi auguro che a breve le due strade possano essere aperte – è l’auspicio del sindaco -. Su via Zaia, nel caso il proprietario allungasse troppo i tempi, il comune provvederà ad asfaltare il tratto finale, addossando successivamente la spesa al proprietario. I residenti, del resto, attendono da tanti anni che via Zaia sia aperta al traffico, e quindi non possiamo approfittare ancora della loro pazienza». A.C.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1