CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

13.09.2017

Scia colorata in paese
Festa Sikh per 1.500

Un duello nella festa sacraLa sfilata dei 1.500 sikh partiti dalla zona industriale. FOTO CARIOLATO
Un duello nella festa sacraLa sfilata dei 1.500 sikh partiti dalla zona industriale. FOTO CARIOLATO

Oltre 1500 fedeli alla festa sikh, giunti dal Veneto e dalla Lombardia. La sfilata “Nagar Kirtan”, una scia multicolore di turbanti bianchi, neri, blu ed arancione aperta dai suonatori dei tradizionali tamburi del Punjab, è iniziata dal tempio Gurdwara di via Cengelle, in zona industriale ed è proseguita per le vie del paese di Castelgomberto. Il libro sacro, “Guru Granth Sahib”, appoggiato sui cuscini del trono, palki sahib, rivestito di teli bianchi e posto sotto un baldacchino, coperto di fiori gialli, difeso dai guerrieri, nihang, in alta uniforme, apriva la processione.

Il suo passaggio era preceduto di qualche metro da alcuni fedeli che pulivano il manto stradale in segno di rispetto. Nel frattempo i ragazzi e gli uomini che praticano le arti marziali si esibivano in combattimenti simulati con spade e bastoni. Ad intervalli rituali il corteo sostava per ascoltare dall’altoparlante le preghiere cantate, tratte dal libro sacro. Poi il corteo riprendeva, mentre i fedeli intonavano a grande voce “Satnam, waheguru”, Dio è vero, che si sentiva anche da lontano. Man mano che il corteo avanzava verso il centro si è creata un’atmosfera di sacralità e raccoglimento. «Per noi sikh queste feste rappresentano usi e costumi propri della nostra terra - ha detto Sukdip, avvocato di Verona - e servono a ribadire la nostra fede, sikhismo, fondata 500 anni fa da Guru Nanak».

Alla processione sono intervenuti l’assessore al sociale Maria Poletto e il consigliere comunale Andrea Filippi, carabinieri impegnati nell’ordine pubblico.

Aristide Cariolato
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1