CHIUDI
CHIUDI

14.03.2019

Maculan rilancia, le culle in agenda

Sandro Maculan si ricandiderà alla carica di primo cittadino. CISCATO
Sandro Maculan si ricandiderà alla carica di primo cittadino. CISCATO

A pochi mesi dallo scadere del suo mandato il sindaco di Zugliano Sandro Maculan è pronto a ricandidarsi. Dopo un'attenta riflessione condivisa con la moglie Antonella e i loro cinque figli ha deciso di rimettersi «in campo, ancora a servizio dei miei cittadini consapevole di avere attorno molte persone, libere dai condizionamenti di un partito politico, che si sono unite attorno a valori e principi condivisi. Insieme continueremo a impegnarci per il bene comune di Centrale, Grumolo e Zugliano». Sceglie di rimettersi in gioco per altri 5 anni. Perché? Non è facile fare il sindaco, è impegnativo, richiede di essere presente, avere tempo a disposizione per i propri cittadini e soprattutto di metterci la faccia. Ma nel fare questo non è necessario essere dei supereroi, è un impegno che tutti possono prendere. Perché mi ricandido? Per passione e senso civico. Un bilancio di questo mandato? Sono stati anni intensi. Io e la mia squadra abbiamo fatto un lavoro di programmazione importante che vedrà nei prossimi mesi la partenza di opere significative. Parliamo di opere pubbliche, quali sono quelle che la rendono più orgoglioso? Ai primi posti metto la realizzazione del nuovo ecocentro, una necessità sentita da tutti i cittadini, perché quello precedente non rispondeva più alle loro esigenze. Un'opera attesa da anni è la “pista ciclabile”, attualmente in cantiere, che permetterà di collegare le frazioni al capoluogo in completa sicurezza. Come Amministrazione ci siamo spesi molto anche per gli adeguamenti alle scuole e agli edifici pubblici spendendo 3 milioni di euro. Un milione e mezzo di euro sono serviti per le strade. Infine, tra meno di un mese partiranno i lavori per la palestra, che funzionerà anche come sala polifunzionale. In questi 5 anni solo per le opere pubbliche abbiamo messo sul piatto più di 6 milioni di euro. Cosa è stato fatto nell'ambito del sociale? Ci siamo spesi molto per porre attenzione alla persona, aumentando fin da subito le ore sia dell'assistente sociale che dell'assistente domiciliare. Abbiamo voluto offrire opportunità alle nuove generazioni creando un vero “Gruppo giovani” e alle persone anziane con la realizzazione del Centro Aggregazione. Fondamentale è il dialogo, l'ascolto. Per questo abbiamo deciso in questi mesi di partire con una campagna: i cittadini avranno a disposizione una cartolina per “dire la loro”, condividere idee e progetti. Mettere al centro la persona, significa anche attenzione ai sani stili di vita. Nel 2014, quando sono stato eletto, Zugliano è stato il primo Comune del circondario a proporre i corsi di cucina sana e quelli per walking leader che hanno portato alla formazione dei gruppi cammino. Inoltre siamo presenti in due tavoli di lavoro della sanità, quello della salute mentale e quello dedicato ai minori, agli adolescenti, alle famiglie. Ha sempre creduto molto anche nel volontariato. Sì. Oggi posso dire che il paese ha un'importante rete di volontari, con una trentina di persone “formate” che collaborano con i servizi sociali del Comune. Quanto sono importanti le politiche ambientali? Sempre di più: se vogliamo il bene del nostro territorio, serve un pensiero ecologico. La prima azione messa in campo da sindaco è stata far tornare agricoli 72 mila metriquadrati di terreno edificabile. Quali saranno le sue priorità se sarà riconfermato sindaco? Innanzitutto l'eliminazione delle barriere architettoniche. Poi migliorare l'illuminazione pubblica, riqualificare l'esistente, preservare il territorio e stimolare la crescita della natalità perché questo rischia di diventare il vero grande problema culturale della nostra società. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Silvia Dal Maso
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1