CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

15.10.2017

La piccola Aurora
avrà una palestra
«Ma sarà per tutti»

Partiti ieri  i lavori nel locale di Grumolo. FOTOSERVIZIO STUDIOSTELLAAlcuni volontari all’opera
Partiti ieri i lavori nel locale di Grumolo. FOTOSERVIZIO STUDIOSTELLAAlcuni volontari all’opera

La palestra per aiutare la piccola Aurora Morello si sta trasformando da sogno a realtà. Sono iniziati ieri i lavori all'interno del locale, già di proprietà della famiglia, per trasformarlo in un ambiente sicuro, stimolante e accogliente, dove svolgere varie attività dando così una concreta possibilità a tutti i genitori che sperano in un futuro migliore per i loro bimbi malati.

«È arrivato da Asti un camion con tutti i cartongessi necessari alla costruzione delle pareti e dei controsoffitti della palestra. Siamo felicissimi – ha commentato mamma Roberta Brazzale, 34 anni – Ieri mio marito Daniele, che lavora come geometra in un'impresa edile, con l'aiuto di amici e colleghi, ha potuto finalmente dare il via ai lavori». Da agosto, quando la storia di Aurora, piccolo angelo biondo di quasi 4 anni nata con una rarissima malattia genetica che si identifica con il nome scientifico Kcnq2 (encefalopatia epilettica infantile), è apparsa sul nostro Giornale, mamma Roberta e papà Daniele hanno ricevuto tantissima solidarietà. «Dei 50 mila euro che ci servono per completare la palestra, finora ne abbiamo già ricevuti in donazione 20 mila – continua Roberta Brazzale – Ma l'aiuto non si è fermato ai soldi che sono arrivati sul conto dell'associazione “Il sole all'Aurora”: tanti professionisti si sono offerti, nel loro tempo libero, di mettere a disposizione le loro conoscenze gratis per i lavori all'interno della palestra. E poi ci sono aziende che ci hanno fornito del materiale, proprio come Daniel e Alessio e il titolare della ditta “Fassa-Bortolo”, marchio storico nel mondo dell'edilizia, che ci hanno regalato i cartongessi. Nel frattempo abbiamo trovato anche chi ci fornirà gli specchi. Insomma, non potremmo essere più contenti».

Anche l'intera comunità di Grumolo Pedemonte, dove abitano i genitori di Aurora, si è prodigata per questa famiglia. Una settimana fa, la festa di beneficenza “Una bionda per Aurora” ha visto la presenza di 500 persone. «È stata una serata fantastica – prosegue Roberta - La nostra bimba continua a migliorare. I primi di novembre abbiamo una visita medica a Roma con uno specialista che le sta insegnando a masticare il cibo solido. Per il resto proseguiamo con le attività giornaliere per stimolarla a tutti i livelli, sia motori che psichici. Aurora, infatti, ha bisogno della fisioterapia, di fare psicomotricità, della logopedista, di essere impegnata nella pet therapy e nella musicoterapia». E proprio da queste esigenze, è nato il sogno di Roberta e Daniele di realizzare una palestra che fosse d'aiuto per la figlia, me anche per altri bambini nati con problemi analoghi». Per donare con bonifico: associazione “Il sole all'Aurora”, Iban IT72C0880760860002008052991.

Silvia Dal Maso
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1