CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

12.03.2018

Festa del Formajo nel pignato «Più iniziative con le cantine»

Le premiazioni delle migliori ricette del “formajo nel pignato”. CISCATO
Le premiazioni delle migliori ricette del “formajo nel pignato”. CISCATO

Da alimento di riciclo, perché i contadini “de ’na volta” non sprecavano niente, a piatto gourmet. Si potrebbe descrivere in questi termini l’evoluzione del “Formajo nel Pignato”, piatto De.Co. di Caltrano celebrato sabato sera nella sala parrocchiale del paese, in via Dante, con l’annuale cena promossa dalla confraternita nata proprio per valorizzare il prodotto legato alla tradizione delle malghe locali. Durante la serata, a cui hanno preso parte 120 persone, è andata in scena anche la nona edizione del concorso dedicato al tipico latticino. «Quindici famiglie della zona hanno presentato alla giuria il loro formaggio in vasetto», spiega Gabriele Zenari, cerimoniere e segretario della confraternita. «Tutti hanno seguito la ricetta tradizionale che prevede la macina delle forme di un qualsiasi tipo di formaggio della Pedemontana vicentina e la macerazione con vino e spezie in recipienti di terracotta. I giudici hanno valutato il gusto, la fluidità del composto e la finezza della macinazione. Di anno in anno la qualità aumenta». A conquistare il gradino più alto del podio è stato Marco Zorzi, seguito da Roberta dal Santo e Angela Di Giacomo. «Durante la cena, preparata dallo chef Amedeo Sandri e accompagnata dai formaggi delle malghe Cariola, Serona e Sunio di Caltrano, abbiamo assegnato il titolo di ambasciatore del Formajo nel Pignato nel mondo, nel 2017 Gianni Costantini, alla Zuccato Fratelli Srl rappresentata da Andrea Zuccato. Infine sono stati nominati due nuovi confratelli, ovvero Igor Matteazzi e Luciano Zenari», conclude il segretario della confraternita. «I progetti futuri includono l’aumento delle collaborazioni con cantine e altri enti enogastronomici della zona. Inoltre l’anno prossimo intendiamo aprire il nostro gruppo alle consorelle. Continueremo anche con la beneficenza: tutti i proventi delle attività annuali, come la partecipazione alle varie Feste del Ringraziamento della zona, vengono impiegati per finanziare diversi progetti del paese. Nel 2017, ad esempio, abbiamo acquistato una stampante per l’asilo». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

MA.BI.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1