CHIUDI
CHIUDI

01.10.2018

Pensionato senz’acqua Già riaperti i rubinetti

Riaperto il contatore al pensionato senz’acqua. DALL’IGNA
Riaperto il contatore al pensionato senz’acqua. DALL’IGNA

Intervento urgente di Viacqua ieri mattina a Zanè dove alle 9.30 i tecnici sono intervenuti per togliere i sigilli al contatore di Paolo Tagliapietra, il 77enne protagonista di un disguido con il gestore della rete idrica. Venerdì sera, di rientro da una vacanza di 15 giorni, Tagliapietra si era infatti ritrovato senz'acqua in casa. Secondo il servizio clienti la sospensione del servizio era da attribuirsi al mancato pagamento di una bolletta da 71,60 euro, anche se il pensionato da anni si serve della domiciliazione bancaria per cui alla scadenza l'importo della fattura Viacqua viene automaticamente addebitato sul suo conto corrente. Sabato mattina Tagliapietra si era anche reso disponibile a saldare la spesa in contanti purché gli venisse restituita l'acqua, ma l'operatore gli aveva risposto che doveva attendere lunedì e che il servizio sarebbe stato ripristinato in 48 ore. Ieri mattina la soluzione del caso, come spiega Angelo Guzzo, presidente di Viacqua:«In attesa di capire cosa è successo, siamo intervenuti d'urgenza per garantire il servizio all'utente e domani (oggi per chi legge,ndr) faremo le opportune verifiche per capire se c'è stato un disguido nella gestione delle pratiche, complice forse anche il periodo di assenza dell'utente dalla casa. In questi casi, infatti, prima di arrivare alla chiusura di un contatore, seguiamo una rigorosa procedura che prevede l'invio di una raccomandata settimane prima dell'eventuale chiusura e poi due passaggi del nostro personale. Se qualcosa non ha funzionato a dovere - potrebbe esserci stato un problema con la trasmissione delle informazioni con la banca - non possiamo che scusarci con l'utente. Il ricorso alla chiusura del contatore è un'operazione che cerchiamo di effettuare il meno possibile perché sappiamo bene il valore che il servizio idrico riveste per le famiglie. Per questo abbiamo una procedura di avviso chiara e lunga nel tempo, che vogliamo in ogni caso migliorare sempre più per evitare ogni volta che è possibile di ricorrere alla chiusura, ferma restando la necessità di garantire un'equità di trattamento tra tutti gli utenti». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

A.D.I.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1