CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

29.07.2018

L’ultimo viaggio di Ylenia Rombi di moto e lacrime

I motociclisti, oltre 70, che hanno scortato l’arrivo della bara di Ylenia in chiesa. FOTOSERVIZIO STELLA CISCATOUn momento della cerimonia chiusa con una canzone della Pausini
I motociclisti, oltre 70, che hanno scortato l’arrivo della bara di Ylenia in chiesa. FOTOSERVIZIO STELLA CISCATOUn momento della cerimonia chiusa con una canzone della Pausini

I rombi di oltre settanta moto e i centauri con il saluto a due dita levato al cielo per onorare la memoria di Ylenia Boriero, la 22enne di Zanè morta mercoledì pomeriggio in uno scontro con un camion sulla Priabonese a Monte di Malo. Ieri pomeriggio la giovane ha affrontato il suo ultimo viaggio dall’ospedale di Santorso alla chiesa della Beata Vergine Maria Immacolata. «I nostri dubbi, la sofferenza e la rabbia rendono ciò che è successo difficile da accettare: Ylenia ci ha lasciati troppo presto», ha detto il celebrante don Lucio Fabbian. «Quello di mercoledì doveva essere un giro come tanti altri, in sella alla moto, la sua grande passione, ma su quella strada è cambiato tutto. La tua morte ha colpito l’intera comunità. Solo tu, Ylenia, potrai dare ai tuoi genitori Killi e Moira e alla tua sorellina la forza di guardare avanti». In molti hanno ricordato la voglia di vivere della giovane che, oltre all’amore per le due ruote, aveva da poco ottenuto il brevetto per pilotare i droni e lavorava con passione nella Ettore Zanon spa di Schio. «Non eri mai triste – la ricorda un’amica – adoravi viaggiare e ti piaceva sorprendere. Sei riuscita a farmi vivere tante emozioni che forse non potrò più riprovare». «Mettevi sempre gli altri al primo posto: con te ho condiviso solo momenti belli», l’ha descritta un’altra amica, seguita dal ricordo delle ex compagne di scuola. «Hai donato la vista a persone che vivevano nel buio», è stato il ringraziamento di una rappresentante dell’Aido, dopo la donazione delle cornee di Ylenia. Al termine della celebrazione risuonate le note di “Fantastico (Fai quello che sei)”, di Laura Pausini, la cantante preferita di Ylenia. Nel piazzale poi, lunghi minuti di commozione accompagnati dai ruggiti dei motori - “i rombi della passione” come li ha definiti don Lucio – e le gocce di pioggia cadute come lacrime dal cielo per salutare Ylenia. La giovane è stata sepolta nel cimitero di Piovene Rocchette, dove è cresciuta prima di trasferirsi a Zanè. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Marco Billo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1