CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

07.07.2017

Esce e non torna più a casa Sparisce pizzaiolo 45enne

Ricerche concentrate nell’area del Summano dove è stato accertato l’ultimo segnale del cellulare. ARCHIVIOAttivati anche i militari dell’Arma per la ricerca di Faccin. ARCHIVIO
Ricerche concentrate nell’area del Summano dove è stato accertato l’ultimo segnale del cellulare. ARCHIVIOAttivati anche i militari dell’Arma per la ricerca di Faccin. ARCHIVIO

Ha salutato la mamma dicendole che sarebbe uscito qualche ora con gli amici. Come al solito. Invece, non è più tornato a casa lasciando nella disperazione la famiglia che si è rivolta ai carabinieri, per denunciarne la scomparsa. Da martedì pomeriggio si sono perse le tracce di Tiziano Faccin, 45 anni, pizzaiolo da una vita, molto stimato per il suo lavoro e per le sue qualità umane e professionali, residente a Zanè, in via Cattaneo 13. Lì vive con la madre ed è proprio a lei che l’altro giorno si è rivolto dicendole che si sarebbe assentato per poche ore, giusto il tempo di fare quattro chiacchiere con gli amici di sempre. Ma da quel momento nessuno ha più avuto sue notizie.

L’ALLARME. La sorella di Faccin, Claudia, si è rivolta ai carabinieri per denunciarne la scomparsa. È sparito nel nulla da oltre due giorni e, per tentare di rintracciarlo, sono scattate le ricerche da parte dei militari dell’Arma. Chiesta l’assistenza di squadre dei vigili del fuoco nell’ambito del piano predisposto dalla Prefettura che, come spesso accade in questi casi, attiva anche i volontari della Protezione civile. Inizialmente è stato difficile valutare l’area su cui concentrare le ricerche, poiché il 45enne non aveva lasciato detto dove si sarebbe recato.

LE RICERCHE. «Dalle verifiche compiute sul segnale del suo telefono cellulare - racconta in evidente apprensione la sorella Claudia - è emerso che l’ultima cella che ha registrato il suo passaggio è stata quella di Velo d’Astico come confermatomi dai carabinieri. Ma l’area di monitoraggio di quella cella telefonica, mi è stato spiegato, è molto vasta: copre tutta la Val d’Astico, la zona del monte Summano e quella collinare del Tretto di Schio. In definitiva è come cercare un ago in un pagliaio. Ma noi siamo fiduciosi nell’esito delle ricerche, il cui piano è stato attivato dalla Prefettura che sta coordinando il lavoro delle forze dell’ordine impegnate sul campo». Per ora, nonostante i ripetuti tentativi, è stato impossibile mettersi in contatto con l’uomo scomparso, «perché il telefonino risulta spento».

LA FAMIGLIA. In apprensione, per la situazione venutasi a creare, sono la mamma di Faccin e i fratelli. Lo sconforto è grande, come pure la preoccupazione «perché non abbiamo più notizie di Tiziano - conferma la sorella Claudia - Quando si è allontanato da casa, martedì pomeriggio, è andato via in auto, una Ford Fiesta verde scuro con targa AD 253 EJ. Chi ha sue notizie - è l’appello disperato - contatti il 112 dei carabinieri». Per aiutare le ricerche, la famiglia ha reso noti anche alcuni elementi in più: il 45enne scomparso è alto un metro e 80, di corporatura robusta e pesa 175 chili. Dalle 16.30 di martedì nessuno l’ha più visto e «non sappiamo dove sia potuto andare: nel caso qualche escursionista ritenga di averlo incontrato sul Summano o in altre zone, non esiti ad avvisare le forze dell’ordine, in queste ore molto impegnate - conclude Claudia - nel tentativo di arrivare a rintracciare mio fratello».

Giancarlo Brunori
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1