CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

15.10.2017

Canale più sicuro
Muri di cemento
contro l’erosione

Il canale Rozzola dopo i lavori
Il canale Rozzola dopo i lavori

Territorio più sicuro grazie alla messa in sicurezza del canale Rozzola.

Conclusi in questi giorni i lavori di consolidamento di alcuni tratti di sponda, effettuati dal consorzio di bonifica “Alta pianura veneta”, che è intervenuto lungo il corso d'acqua rinforzando un tratto di circa 20 metri.

Il canale, nell'ultimo periodo, era stato oggetto di frane a causa della normale opera erosiva dell'acqua e per questo era necessaria l'operazione di sistemazione e rinsaldamento.

Sono state impiegate circa 40 tonnellate di pietrame, combinando sassi e calcestruzzo affinché, le sponde in futuro possano resistere al progressivo e naturale deterioramento provocato dall'acqua.

«Questo tipo di intervento ha comportato la realizzazione di muri in calcestruzzo e pietrame per 20 metri – spiega il presidente del consorzio Silvio Parise – e rientra nelle attività di manutenzione che l’ente attua nel territorio di competenza». Territorio che, ricorda Parise, è formato da ben 98 Comuni tra Padova, Verona e Vicenza. «L’attenzione è sempre alta e la collaborazione stretta con le amministrazioni comunali è fondamentale per la salvaguardia e la sicurezza».

Soddisfazione per l'ultimazione dell'opera è stata espressa anche da Pier Davide De Marchi, componente del cda del consorzio, che ha lodato «la qualità del lavoro e la capacità dell'ente di monitorare le situazioni di criticità intervenendo in modo rapido ed efficace». G.AR.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1