CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

25.10.2017

Anziana derubata
da falsi poliziotti
Via soldi e gioielli

La vittima è stata derubata da finti poliziotti in borghese che sono entrati in casa con una scusa. ARCHIVIO
La vittima è stata derubata da finti poliziotti in borghese che sono entrati in casa con una scusa. ARCHIVIO

Si sono presentati come agenti di polizia in borghese e, con la scusa di farle qualche domanda, sono riusciti a entrare nell'abitazione di un'anziana. Poi, mentre uno dei due distraeva la donna, l'altro senza farsi notare si è intrufolato nella camera da letto facendo man bassa di monili. A due ore dal colpo, l’85enne si è accorta che dai cassetti mancava il portagioie contenete alcune catenine in oro e, a quel punto, ha capito di essere stata derubata.

Quindi ha allertato i carabinieri della compagnia di Thiene che, dopo essere intervenuti per i rilievi, ora stanno indagando per identificare i ladri. L'allarmante episodio è accaduto in un’abitazione a ridosso del centro di Villaverla. Le ricostruzioni dei militari indicano che i due ignoti si sono presentati alla porta della malcapitata verso le 19 di lunedì.

Dopo aver suonato il campanello, le hanno riferito di essere due poliziotti, aggiungendo che avevano bisogno di parlarle. La donna, che vive sola, fidandosi delle false credenziali ha permesso ai due individui di entrare nella propria abitazione.

Probabilmente i malviventi avevano studiato con cura le abitudini della vittima del loro raggiro. La donna non si è accorta che mentre uno dei finti agenti le continuava a parlare, distraendola, l'altro si era allontanato e dopo una rapida ispezione aveva individuato la camera da letto.

In pochi attimi il ladro ha aperto armadi e cassetti, trovando un portagioie con dentro alcune catenine e sembra anche del denaro. Ottenuto ciò che volevano i due hanno salutato la signora, allontanandosi dalla sua abitazione. Solo quando è entrata in camera l'85enne si è accorta di essere stata raggirata e ha denunciato il furto, il cui bottino ammonterebbe a poche centinaia di euro.

«Non bisogna assolutamente dare confidenza e fare entrare in casa estranei in borghese che dicono di essere poliziotti o carabinieri - raccomanda il capitano Davide Rossetti, comandante della compagnia dei militari dell’Arma di Thiene - In casi come questo si deve immediatamente telefonare al 112 per una verifica. Se sono uomini delle forze dell'ordine, sanno che devono aspettare per permettere all'interessato - conclude Rossetti - di eseguire un controllo».

Marco Billo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1