CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

04.08.2018

Gemellaggio con il paese fondato dagli emigranti

Il sindaco Cortese, la giunta e i promotori del gemellaggio.  S.D.M.
Il sindaco Cortese, la giunta e i promotori del gemellaggio. S.D.M.

Nasce a Sarcedo un'importante storia di amicizia e scambio sociale, culturale e turistico con Concordia, comune del Brasile che si trova nello Stato di Santa Catarina, fondato il 29 luglio 1934 proprio grazie all'arrivo in quel territorio di decine di famiglie sarcedensi. «É il nostro primo gemellaggio - commenta il sindaco Luca Cortese - e ci rende orgogliosi e felici sapere che abbiamo stretto un patto di amicizia con la città di Concordia, proprio perché alla sua fondazione hanno contribuito in modo fondamentale le famiglie di Sarcedo che, in quel periodo, hanno deciso di emigrare in nello Stato di Santa Catarina in Brasile. Ciò significa che le famiglie originarie del nostro paese che oggi vivono a Concordia sono le discendenti di quattro generazioni». Lunedì scorso si è tenuta la prima videoconferenza tra i due Comuni e il primo cittadino brasiliano Rogerio Luciano Pacheco ha esordito dicendo «Questa giornata resterà impressa nella storia di Concordia» e ha ricordato come il giorno precedente la città brasiliana avesse festeggiato 84 anni dalla sua nascita. «Con grande emozione iniziamo questo percorso per collegarci al mondo e legarci alle nostre origini – commenta il primo cittadino di Sarcedo Cortese -. La proposta del gemellaggio è arrivata da Concordia direttamente da Elena Zucchi Golin la cui famiglia è originaria del nostro paese e dal sindaco Pacheco che nella lettera di invito ha chiesto di ricevere in dono un simbolo del nostro Comune che sarà posizionato nella piazza del parco municipale dedicato ad Attilio Francisco Xavier Fontana, cittadino illustre (fondatore a Concordia di un'importante agroindustria che conta 5.000 dipendenti e fa della città la seconda economia dell'ovest dello Stato di Santa Catarina, sindaco e poi senatore della Repubblica) figlio di italiani originari di Sarcedo. Anche noi chiederemo in cambio un simbolo di Concordia che probabilmente esporremo nella nuova piazza di via Roma». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Silvia Dal Maso
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1