CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

29.07.2017

«Un museo nella villa del Palladio»

Villa Forni Cerato acquistata dall’imprenditore Boscardin. CISCATOAlcuni degli affreschi presenti all’interno della villa. STUDIOSTELLA-CISCATOTra i vari interventi c’è anche da rifare la pavimentazione. STELLA-CISCATOUn’ala in un adeguato stato di conservazione. STUDIOSTELLA-CISCATO
Villa Forni Cerato acquistata dall’imprenditore Boscardin. CISCATOAlcuni degli affreschi presenti all’interno della villa. STUDIOSTELLA-CISCATOTra i vari interventi c’è anche da rifare la pavimentazione. STELLA-CISCATOUn’ala in un adeguato stato di conservazione. STUDIOSTELLA-CISCATO

«Villa Forni Cerato è in buone mani». È fiducioso Fabrizio Parisotto, il sindaco di Montecchio Precalcino, che l’altro giorno si è incontrato con il nuovo proprietario dell'edificio storico inserito nel patrimonio dell'Unesco e attribuito ad Andrea Palladio. Il fatiscente immobile cinquecentesco che sorge lungo via Venezia è stato acquistato per oltre 360 mila euro dall'imprenditore vicentino Ivo Boscardin. «Non ne farò un hotel, né un ristorante», ha subito detto e, a confermarlo, è anche il primo cittadino. «Boscardin mi ha garantito che non ha intenzione di attuare speculazioni. Si è reso subito molto disponibile e ha proposto di avviare una collaborazione con la nostra Amministrazione. L'impegno del Comune non sarà economico, ma di promozione - spiega Parisotto - Non c'è ancora un'idea definita sull'impiego della struttura, ma dall'incontro è emersa la volontà di valorizzare l'aspetto storico e culturale, con le ipotesi di renderla un museo o una sede idonea ad ospitare incontri». Idee che per il sindaco troveranno maggiore concretezza con il passare dei mesi. «Il nuovo proprietario mi ha confermato che, terminato l'iter per l'acquisto dell'immobile, avvierà immediatamente gli interventi di messa in sicurezza della villa, che potrebbero iniziare dopo la fine dell'estate. Contemporaneamente il Comune avrà il compito di riunire gli storici del paese per raccogliere materiale sull'edificio e confrontarsi con la proprietà. L'intento comune è quello di riportare villa Forni Cerato agli antichi splendori e Boscardin sembra essere la persona giusta per raggiungere l’obiettivo». Attualmente, come conferma l'ingegnere Nicola Ferro di Margan Group ovvero la società incaricata della custodia e della vendita dello stabile, «le maggiori criticità sono date dalla parete perimetrale della villa sul fronte nord che presenta notevoli fessurazioni in prossimità della struttura lignea di copertura. In generale sono necessarie opere di consolidamento strutturale riguardanti sia gli impalcati che le murature perimetrali con ulteriori interventi per la messa in sicurezza del rudere annesso». Lo scorso settembre la società ha coordinato i lavori «di puntellamento del primo impalcato, che presentava gravi segni di cedimento, e di delimitazione del rudere annesso che risulta pericolante. Sono inoltre state installate reti metalliche per impedire gli accessi, viste le numerose intrusioni verificatesi nel corso degli ultimi anni. Da tutti i locali interni sono stati rimossi rifiuti, anche ingombranti, come materassi e frigoriferi», conclude Ferro.

Marco Billo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1